Censure e censurati: ricordate il capezzolo della Verità?


Mi sovviene un dubbio (parlo della nostra classe politica): coloro che si scandalizzano, oggi, per i nudi “inscatolati”, non saranno gli stessi che, nel 2008, coprirono il capezzolo della Verità svelata del Tiepolo, che tanto turbava le conferenze stampa dell’ex cavaliere?

Così scrivevo, nel 2011, da questo blog:

Mi concedo (una volta ogni tanto) un fuori programma. E lo voglio fare, ripassando in questi tempi di “carica erotica” delle istituzioni (erano gli anni del bunga bunga, per capirci), un episodio accaduto nel 2008.

Ricordate il seno “conturbante” della Verità svelata del Tiepolo?
Nel 2008 (agosto) a Palazzo Chigi presunti benpensanti, ovvero i nostri attuali governanti, preoccupati di un capezzolo al vento (artistico e firmato da un imbrattatele come il Tiepolo)  non esitarono a mettere mano ad un’opera d’arte per moralizzarla perché, come cita il Corriere della sera di allora, l’onorevole Bonaiuti disse: «Beh… sì, insomma: quel seno, quel capezzoluccio… Se ci fate caso, finisce esattamente dentro le inquadrature che i tg fanno in occasione delle conferenze stampa». E quindi? «E quindi hanno temuto che tale visione potesse urtare la suscettibilità di qualche telespettatore. Tutto qui». E’ noto infatti che i centralini del governo erano intasati, all’epoca, di telefonate di persone scandalizzate dalla visione (scherzo ovviamente) della Verità svelata.

 

Annunci

Come l’abito non fa il monaco, il titolo non fa l’articolo


sondaggi

Tra i tanti articoli visualizzati sul mio profilo Facebook, compaiono spesso sondaggi di carattere politico-elettorale. A incuriosirmi sono quelli di data24news che…

Scopriamolo insieme, riportando i titoli dell’ultimo mese:

17 settembre 2015

… continua a crescere M5S

23 settembre 2015

… il M5S incalza il Pd

24 settembre 2015

… continua a crescere il M5S

30 settembre 2015

… il Movimento 5 Stelle vola

1 ottobre 2015

… calano tutti tranne il M5S

14 ottobre 2015

Il Movimento 5 Stelle vola

15 ottobre 2015

… 5 Stelle arriva al 25,9%

16 ottobre 2015

… 5 Stelle in crescita

20 ottobre 2015

… M5S in rimonta

20 ottobre 2015

… cresce solo il Movimento 5 Stelle
Dopo tutta questa rimonta, il lettore penserà che il partito in testa sia stato raggiunto, superato e stracciato…
ebbene no… ci sono ancora 6,5 punti di distanza (erano più o meno 8,2 all’origine). Insomma il titolo mi pare più orientato ad ottenere un click, piuttosto che a dare una notizia nuova… Le elezioni, salvo colpi di scena, sono ancora lontane: in linea teorica sono previste nel febbraio 2018. Bisogna, allora, che mi rassegni a tanti e tanti titoli che sottolineeranno una rincorsa senza fine e al momento, rebus sic stantibus, inutile.

Biblioteche tormentate


Il Quaderno si occupa ogni tanto di cronaca bibliotecaria, scrivendo di quelle biblioteche “sfortunate” vittime di scelte politiche infelici. Anche oggi vogliamo ricordarne alcune:

Avete qualche altro caso da segnalare? Forza!

Convegno su Leonardo Sciascia – L’etica del potere


Leonardo Sciascia

L’etica del potere per Leonardo Sciascia

L’ho ascoltato su Radio Radicale dove si può scaricare o seguire intergralmente. L’ho trovato molto interessante e istruttivo. Ho imparato molto.

Promosso nei giorni 19 e 20 novembre 2010 in collaborazione con il Centro Ricerche e Studi Direzionali, dell’University College of Cork (Irlanda), dell’Università degli Studi di Palermo, della Presidenza della Regione Siciliana, della Provincia Regionale di Palermo, della Banca Nuova di Vicenza, di Radio Radicale e della Casa Editrice Leo S. Olschki

I giornata

Vedi e ascolta

http://www.radioradicale.it/scheda/315746/letica-del-potere-per-leonardo-sciascia

  • Relazione introduttiva Renato Albiero organizzatore del convegno
  • Marco Carapezza modera i lavori
  • Lettera – letterato – letteratura Claude Ambroise
  • L’etica della “reversibilità”, Sciascia e la tradizione letteraria siciliana Giorgio Longo
  • L’etica del potere, Sciascia e i suoi eredi giallisti Mark Chu
  • Interventi dal pubblico, rispondono
    Claude Ambroise
    Mark Chu
    Giorgio Longo

II giornata

Vedi e ascolta

http://www.radioradicale.it/scheda/315835/letica-del-potere-per-leonardo-sciascia-seconda-e-conclusiva-giornata

  • Andrea Maori modera la seconda sessione del convegno
  • Relazione: “Il dovere della memoria” Valter Vecellio, giornalista
  • Relazione: “Sciascia e ‘L’Affaire Moro'” Miguel Gotor, professore Docente di Storia Moderna all’Università di Torino
  • Relazione: “Il rapporto tra Sciascia e il Partito Comunista” Emanuele Macaluso, giornalista Direttore de “Le Nuove Ragioni del Socialismo”
  • Interventi dal pubblico, rispondono:
  • Miguel Gotor professore
  • Valter Vecellio giornalista
  • Emanuele Macaluso giornalista

III sessione

  • Francesco Izzo consigliere dell’Associazione Amici di Leonardo Sciascia modera la terza sessione del convegno
  • Relazione: “Un eretico fra giornali e politica” Felice Cavallaro, giornalista Corriere della Sera
  • Relazione: “Il pesce volante: Sciascia e la stagione del secondo impegno” Bruno Pischedda, professore, Associato di Letteratura Italiana all’Università degli Studi di Milano
  • Conversazione registrata in videoconferenza da Radio Radicale Massimo Bordin, giornalista (RR), Adriano Sofri, Giornalista
  • Interventi dal pubblico. Mark Chu, professore Docente di Letteratura Italiana all’Università di Cork, Irlanda, modera gli interventi dal pubblico
  • Conclusioni Renato Albiero, professore, Membro del Consiglio di Amministrazione del Centro Ricerche e Studi Direzionali di Palermo e Membro degli Amici di Leonardo Sciascia

Collegamenti utili

Leonardo Sciascia

151 lettura finita (21/II anno) – La follia improvvisa di Ignazio Rando di Dario Franceschini


La follia improvvisa di Ignazio Rando di Dario Franceschini

Inizio lettura 26 ottobre 2007 – Termine lettura 27 ottobre 2007

La storia è surreale: passa per i pensieri di Rando l’ammattito, dell’ambizioso ragionere Gargioni e del preoccupatissimo Conservatore, preoccupato di mantenere, a scapito di tutto e di tutti, i privilegi acquisiti. Il risultato è un brevissimo romanzo, ben scritto e sognante. E’ tanto che non leggo pirandello, ma pirandelliano mi pare proprio. Mi viene un paragone, forse un pò forzato: il “sistema” va in cortocircuito (Rando) perchè chi ha, a tutti i costi vuole mantenere (il Conservatore), e chi è vicino al potere (il ragioniere) lo vuole a tutti i costi e non guarda in faccia a nessuno. E se lo dice uno che il potere lo sperimenta tutti i giorni… ma forse esagero nell’interpretare.

Voto: 8/10

Incipit
Si alzò d’improvviso, strisciando le gambe della sedia metallica contro il pavimento di palladiana. Il rumore stridulo tagliò il silenzio perenne della Regia Conservatoria delle Ipoteche.

Trama Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Ferrara, periodo fascista. Ignazio Rando, impiegato modello noto per l’irreprensibile precisione con cui copia i documenti a lui affidati, una mattina, del tutto inaspettatamente, si alza dalla scrivania, sale in piedi sul banco dell’ufficio, lo percorre tutto, e se ne va davanti agli occhi esterrefatti dei presenti. L’ufficio non sa come reagire ed è il più ambizioso e meschino dei colleghi di Rando – tale Gargioni – a farsi carico di capire cosa sia successo. Mentre Rando gira per la città in stato confusionale, Gargioni va dunque a casa sua, dove scopre una stanza segreta piena di cartoncini su cui, maniacalmente, Rando registrava migliaia di sogni. Leggendo i sogni di Rando, spesso di argomento erotico e/o mortuario, Gargioni e il capoufficio si convincono che l’uomo sia un pazzo pericoloso, da denunciare alla polizia quanto prima. Di sicuro, è il capro espiatorio migliore per l’incendio che di lì a poco scoppierà…

Scheda del libro
Autore: Franceschini, Dario
Titolo: La follia improvvisa di Ignazio Rando / Dario Franceschini
Pubblicazione: Bergamo : Bompiani, \2007
Descrizione fisica: 146 p. ; 20 cm
Numeri: ISBN – 88-459-1515-8

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Il sito di Dario Franceschini

Varie recensioni

Il primo romanzo

Discutiamone insieme sul forum