499 lettura finita (72/V anno) – Miss Marple: Nemesi di Agatha Christie


Miss Marple: nemesi di Agatha Christie

Lettura di settembre 2011

Il progetto Miss Marple sta per volgere al termine… Nemesi è un romanzo piuttosto originale per il filone della vecchia signora. Gli inglesi lo chiamerebbero cold case… Migliore nella seconda parte piuttosto che nella prima. La Christie ha scritto decisamente gialli più affascinanti.

Voto:  7/10

Incipit

Miss Jane Marple aveva l’abitudine di leggere il suo secondo giornale nel pomeriggio. Ogni mattina gliene portavano due. Il primo lo leggeva mentre sorseggiava il tè, sempre che il quotidiano le venisse consegnato in tempo.

Ite missa est

… senteziò l’avvocato Broadribb.

Plus

La costruzione del giallo.

Minus

La prime pagine… fin noiose.

Quale lettore

Il giallista classico.

Trama

Miss Marple riceve una lettera dagli avvocati del signor Rafiel, con il quale aveva stretto amicizia pochi mesi prima, in occasione di una vacanza ai Caraibi. L’uomo, che l’aveva soprannominata Nemesi, prima di morire aveva disposto che una parte di eredità fosse destinata a Miss Marple nel caso quest’ultima avesse accettato di investigare e di rimediare a un’ingiustizia subita da Rafiel diversi anni prima; l’anziana signorina rispetta dunque le volontà del morto, partendo così per un viaggio in pullman che la porterà a visitare famose ville e giardini inglesi.

Scheda del libro

Autore: Christie, Agatha
Titolo:    Miss Marple: nemesi / di Agatha Christie ; traduzione di Diana Fonticoli
Pubblicazione:    Milano : A. Mondadori, 1981
Descrizione fisica: 221 p. ; 19 cm.
Collezione: I classici del giallo ; 383
Nomi
· Christie , Agatha
· Fonticoli, Diana
Altri titoli collegati:    [Titolo originale] Nemesis

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Miss Marple

Progetto Miss Marple

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

496 lettura finita (69/V anno) – La sentinella della città morta di Ellis Peters


La sentinella della città morta di Ellis Peters

Lettura di agosto 2011

Libro di allegerimento tra letture più impegnative. Peter Ellis l’ho adorata con le avventure di fratello Cadfael. Altrettanto entusiasmo non riesce a suscitarmi l’ispettore Felse. Giallo lento, a tratti fin noioso. Va bene da leggere giusto sotto l’ombrellone.

Voto:  6,5/10

Incipit

Anche se la ragazza non era una cliente, non aveva bisogno di consulenza e aveva risposto al suo invito telefonico soltanto per curiosità femminile, di cui non era affatto sprovvista…

Ite missa est

“quando lui le ha chiesto se fosse disposta a sposare un poliziotto”.

Plus

Il poco impegno richiesto per la lettura.

Minus

Lento.

Quale lettore

Il giallista poco sanguinario.

Trama

Un eminente archeologo scompare misteriosamente senza lasciare tracce. L’ultimo luogo dove è stato visto vivo sono le rovine di Aurae Phiala, un piccolo insediamento romano ai confini del Galles. Ma quando Charlotte, una lontana nipote, si precipita sul posto tutto si complica ulteriormente. Chi è Gus, uomo strano e affascinante, che insiste tanto per farle da guida? Cosa aveva scoperto il giovane annegato nel torrente con un’antica moneta romana in tasca? L’ispettore capo George Felse si trova a dover risolvere un mistero le cui radici sembrano risalire ai tempi dell’antica Roma…

Scheda del libro

Autore: Peters, Ellis
Titolo: La sentinella della citta morta : romanzo / Ellis Peters ; traduzione di Alessandro Zabini
Edizione: 4. ed
Pubblicazione: Milano : TEA, 2006
Descrizione fisica: 232 p. ; 20 cm.
Collezione: TEAdue ; 854
Numeri    ISBN: – 88-7818-457-8

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Ellis Peters

Discutiamone insieme sul forum

491-2-3 lettura finita (64-5-6/V anno) – Triplice Miss Marple


Letture di agosto 2011

Riassumo, in un articolo unico, le prime tre letture estivedi Miss Marple di questa estate 2011. Mi sono, infatti, prefissato di esaurire il mio progetto di lettura dedicato alla signora dei gialli.

Ho letto:

  1. C’è un cadavere in biblioteca, forse il più classico, il più conosciuto; tuttavia è quello che mi è meno piaciuto, decisamente più “lento” degli altri due.
  2. Miss Marple al Bertram Hotel. Mi è piaciuta molto l’idea di questo luogo vecchio stile molto scenografico, tagliato benissimo sulla figura della Marple.
  3. Miss Marple ai Caraibi, dove la facilità di soluzione (ci sono arrivato persino io) è compensata dall’ambientazione esotica lontana dal mutevole clima inglese.

Voto complessivo:  7,5/10 (la Christie non mi fa “impazzire” per come scrive).

Incipit

  1. La signora Bantry stava sognando. I suoi piselli odorosi avevano appena vinto il primo premio all’esposizione dei fiori.
  2. Nel cuore del West End vi sono molte stradine tranquille e silenziose che quasi nessuno conosce, tranne i tassisti che le attraversano con grande abilità per sbucare trionfalmente nel bel mezzo di Parl Lane, Berkeley Square o South Audley Street.
  3. “Prenda il Kenya, ad esempio” disse il maggiore Palgrave. “Gran Parte della gente blatera, blatera e non ne sa nulla. Io, invece, ho trascorso ben quattordici anni in quel paese, i migliori anni della mia vita…”

Ite missa est

  1. E rientrò nella sala da ballo.
  2. “Possa Dio avere pietà dell’anima sua” mormorò.
  3. Poi si diresse verso la scaletta ed entrò nell’aereo.

Plus

L’intreccio, la lettura “estiva”, il personaggio.

Minus

Non sempre all’altezza delle aspettative.

Quale lettore

Dai 14 anni in su.

Trama da wikipedia

  1. A St. Mary Mead, in una villetta, il colonnello Bantry e sua moglie Dolly vengono svegliati da una cameriera terrorizzata, venuta ad avvisarli che, in biblioteca, è stato trovato il cadavere di una sconosciuta in abito da sera, strangolata. Nessuno degli abitanti della casa conosce la vittima. La polizia, subito chiamata, comincia le indagini e si scopre che la ragazza, di cui era stato trovato il corpo senza vita, lavorava nelle vicinanze, all’Hotel Majestic. Così la signora Bantry chiama una sua fidata amica, Miss Jane Marple, la quale espertissima in tutto ciò che riguarda assassinii e misteri, inizia a investigare contrariamente alla polizia. Miss Marple scopre che la ragazza diciottenne, faceva la ballerina e l’intrattenitrice presso un rinomato hotel.
  2. Quando Jane Marple parte dalla campagna per una vacanza a Londra, trova quello che stava cercando al Bertram’s Hotel: un hotel londinese restaurato in Pond Street con decorazioni tradizionali, servizio impeccabile e un’inconfondibile atmosfera di pericolo che circonda l’edificio.
  3. Miss Marple è ai Caraibi, precisamente sull’isola di St Honoré, al Golden Palm Tree Hotel. La vita sull’isola trascorre monotona e priva di avvenimenti entusiasmanti, secondo l’anziana investigatrice. Ma un giorno, che si prospettava noioso come gli altri, si rivela invece molto interessante per Miss Marple. Un decesso improvviso, quello del maggiore Palgrave, una misteriosa istantanea scomparsa, molti intrighi, molti sospetti, un altro delitto, quello della cameriera del “Golden Palm Hotel”,Victoria Johnson… Un altro complesso caso per Miss Marple.Riuscirà a trovarsi degli alleati, come il vecchio signor Rafiele,grazie anche alla sua astuzia,risolverà come sempre il caso !!!!

Scheda del libro

Autore: Christie, Agatha
Titolo: C’e un cadavere in biblioteca ; Giochi di prestigio / Agatha Christie
Pubblicazione: Milano : Mondolibri, stampa 2003
Descrizione fisica: 297 p. . ill. ; 24 cm.
Collezione: Collezione Agatha Christie
Nomi: Christie, Agatha

Autore: Christie, Agatha
Titolo: Miss Marple al Bertram Hotel / Agatha Christie ; traduzione di Maria Mammana Gislon
Edizione: 2. ed
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2003
Descrizione fisica: 251 p. ; 18 cm.
Collezione: I classici del Giallo Mondadori ; 989
Nomi: Christie, Agatha
Buckwell Gislon, Maria

Autore: Christie, Agatha
Titolo: Miss Marple nei Caraibi / Agatha Christie ; traduzione di Rosalba Buccianti
Pubblicazione: Milano : Oscar Mondadori, [2003?]
Descrizione fisica: 244 p. ; 20 cm
Collezione: Oscar narrativa ; 1448
Numeri:    ISBN – 88-04-51007-2
Nomi: Christie, Agatha
Buccianti, Rosalba
Altri titoli collegati: [Titolo originale] A Caribbean mystery

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Il mio progetto Miss Marple

Discutiamone insieme sul forum

490 lettura finita (63/V anno) – Marco Visconti di Tommaso Grossi


Lettura di luglio 2011

Per ogni personaggio di Grossi si può fare un parallelo con uno dei protagonisti dei Promessi Sposi. L’autore, uomo di fiducia del Manzoni, si ispira dichiaratamente al grande scrittore. Ne risulta un’opera a metà strada tra il grande milanese e Walter Scott. Ottimo quando fa il verso agli inglesi, molto meno quando fa l’italiano.
Il finale sorprende. Dopo essersi fatti un’idea manzoniana del finale…
Voto:  8/10

Incipit

Limonta è una terricciuola presso che ascosa fra i castagni al guardo di chi, spiccatosi dalla punta di Bellagio per navigar verso Lecco, la cerca a mezza costa in faccia Lierna.

Ite missa est

Ma si saldano altrove.

Plus

A tratti, quando segue le orme di Scott, è avvincente.

Minus

Quando “fa” il Manzoni.

Quale lettore

Lettore paziente.

Trama

Marco Visconti racconta gli infelici amori di Bice e Ottorino, vittime in apparenza della sfortuna e dell’interessata malvagità di qualche intrigante, in realtà sopraffatti dall’insostenibile presenza di un eroe che incarna la virilità energica, irruente e volitiva.

Scheda del libro

Autore: Grossi, Tommaso
Titolo: Marco Visconti / Tommaso Grossi ; introduzione e note di Mario Barenghi
Pubblicazione:    Milano : Arcipelago, \1994!
Descrizione fisica: 536 p. ; 21 cm.
Collezione: Letteratura italiana ; 17
Numeri: ISBN – 88-769-5113-X
Nomi: · Grossi, Tommaso scheda di autorità · Barenghi, Mario

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Tommaso Grossi

Discutiamone insieme sul forum

489 lettura finita (62/V anno) – Giochi di prestigio di Agatha Christie


Miss marple: giochi di prestigio

Lettura di luglio 2011

Riprendo – è estate – il progetto miss Marple con l’intenzione, nelle prossime settimane, di portarlo al termine. Giochi di prestigio non mi ha soddisfatto; intendiamoci ottimo l’intreccio, ma non mi è piaciuta l’ambientazione. E’ mancata la scintilla che mi tiene inchiodato alla storia. Della grande giallista ho letto decisamente di meglio.

Voto:  7/10

Incipit

La signora Van Rydock si scostò dallo specchio e sospirò.
– Mah, credo che possa andare – sussurrò. – Che te ne pare Jane?
Miss Marple guardò ammirata la creazione di Lanvanelli.

Ite missa est

– E’ passato tanto tempo.

Plus

L’intreccio

Minus

Non è tra i migliori Miss Marple.

Quale lettore

Il giallista estivo.

Trama da Ibs

Pregata da una sua antica compagna di collegio, preoccupata per la sorella, Miss Marple si lascia convincere a lasciare per qualche tempo la sua casa a St. Mary Mead per andare ad abitare nell’immensa villa vittoriana di Stonygates. In questa antica magione Lewis Serrocold, marito di Carrie Louise, sorella dell’amica di Miss Marple, ha organizzato un Istituto di rieducazione per giovani delinquenti. Nell’Istituto regna un’atmosfera di cupo mistero che culmina, poco dopo nell’assassnio di un ricco filantropo, in visita. L’ispettore Curry incaricato nelle indagini, non sa come muoversi in quello strano ambiente di bizzarri idealisti, psichiatri e minorati mentali e certo le sue indagini si risolverebbero in un fiasco se non intervenisse in suo aiuto quella strana vecchietta che sembra capace di osservare più a fondo le cose. E’ infatti sarà proprio Miss Marple, alla quale è tornato in mente un gioco di prestigio a risolvere l’intricato caso.

Scheda del libro

Autore: Christie, Agatha
Titolo: Miss Marple: giochi di prestigio / Agatha Christie ; traduzione di Ombretta Giumelli
Edizione: 21. rist
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2003
Descrizione fisica: 175 p. ; 20 cm.
Collezione: Oscar narrativa ; 1461
Numeri:    ISBN – 88-04-41935-0
ISBN – 88-04-50853-1
ISBN – 9788804508533
Nomi: Christie, Agatha · Giumelli, Ombretta
Altri titoli collegati: [Titolo originale] They do it with mirrors.
Classificazione Dewey:    823.912 (21.) NARRATIVA INGLESE, 1900-1945

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Progetto Miss Marple

La Christie su Il Quaderno

Discutiamone insieme sul forum

447 lettura finita (32/V anno) – Un natale di Maigret di Georges Simenon


Un natale di Maigret di Georges Simenon

Lettura di novembre 2010

Torno ad uno dei miei grandi amori letterari: il commissario Maigret. Dopo aver letto tutti i romanzi, in rigoroso ordine cronologico 🙂, ora sono a caccia dei racconti o romanzi brevi. In questo volume sono raccolti due romanzi brevi. Il primo con protagonista il commissario parigino, il secondo con al centro il telefonista Lecoeur. Entrambi ambientati durante il giorno di Natale. Un’indagine in pantofole la prima, dal ritmo incalzante la seconda. Maigret difficilmente delude.

Voto: 8,5/10

Plus

Bei ritmi di narrazione.

Minus

Nessuno.

Quale lettore?

Buono anche per un pubblico di giovanissimi

Incipit

Ogni volta era la stessa cosa. Forse nell’andare a letto aveva sospirato: “Domattina rimango a crogiolarmi fin tardi.”

L’Ite Missa est

Tutto fiero, un ragazzetto attraversava Parigi in una macchina della polizia.

Trama

Un natale di Maigret: un fantomatico Babbo natale dona una bambola a una piccola inferma: questo è il punto di partenza. Il commissario conduce le indagini da casa, in pantofole e vestaglia, con il profumo del pranzo natalizio che si spande nella cucina e la signora Maigret, sempre sensibile ai fatti riguardanti i bambini, che segue ansiosa le varie fasi dell’inchiesta.

Sette croci in un’agenda: descrive l’emozionante caccia a un folle criminale per strappargli dalle mani un bambino e restituire la pace a un padre disperato.

Scheda del libro

Autore: Simenon, Georges
Titolo: Un Natale di Maigret
Pubblicazione: Milano : A. Mondadori, 1978
Descrizione fisica: 186 p. ; 19 c
Collezione: Oscar
Note Generali: Contiene anche: Sette croci in un’agenda (tit. orig.: Sept petites croix dans un carnet), dello stesso A
Trad. C. Pavolini, B. Tamassia Mazzarotto
Numeri: Bibliografia Nazionale – 799129
Nomi: Simenon, Georges
Tamassia Mazzarotto, Bianca
Pavolini, Corrado
Altri titoli collegati: [Titolo originale] Un noel de Maigret
Classificazione:     843.9 – NARRATIVA FRANCESE. 1900-

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Simenon su Il quaderno

Tutti i Maigret letti

Discutiamone insieme sul forum

325 lettura finita (58/III anno) – C’è un cadavere in biblioteca di Agatha Christie


Cè un cadavere in biblioteca di Agatha Christie

C'è un cadavere in biblioteca di Agatha Christie

Lettura di luglio 2009

Uno dei gialli meglio riusciti della Christie e giustamente anche uno dei più conosciuti. Il ritmo è buono cosa che in molti altri scritti l’autrice inglese non riesce. Trama davvero complessa e secondo me per indovinare l’assassino bisogna avere grande fantasia. La Marple pare saperla sempre molto lunga. Del resto pare aver capito tutto fin dall’inizio. Beata Lei…

Incipit

La signora Bantry stava sognando. I suoi piselli odorosi avevano appena vinto il primo premio all’esposizione dei fiori. Il curato, vestito di sacri paramenti, distribuiva i premi in chiesa.

Trama

St. Mary Mead, una mattina come tante. ALmeno fino a quando il colonnello BAntry e sua moglie Dolly vengono bruscamente svegliati da una cameriera terrorizzata, venuta ad annunciare che, nella biblioteca della villa, è stato trovato il cadavere di una sconosciuta in abito da sera, apparentemente assassinata. Nessuno degli abitanti della casa ha mai conosciuto la vittima, ma allora come spiegare il bizzarro ritrovamento? La polizia, subito interpellata, comincia le indagini, ma ancora una volta sarà la simpatica Miss Marple, con il suo occhio infallibile e la sua lucida capacità di far luce nei più tortuosi meandri dell’animo umano, a risolvere il caso.

Scheda del libro

Autore: Christie, Agatha
Titolo: C’e un cadavere in biblioteca ; Giochi di prestigio / Agatha Christie
Pubblicazione: Milano : Mondolibri, stampa 2003
Descrizione fisica: 297 p. . ill. ; 24 cm.
Collezione: Collezione Agatha Christie
Nomi: Christie, Agatha

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Agatha Christie

Miss Marple

Agatha Christie nel blog

Discutiamone insieme sul forum

252 lettura finita (122/II anno) – Maigret e il capellone imprudente di George Simenon


Lettura di luglio 2008

Maigret corre al passo dei tempi… Siamo nel 1969 e la tecnologia compie passi sempre più importanti. Si partì negli anni 30 con la bicicletta poi venne il telefono sempre più diffuso, l’auto ed ora il registratore al collo della vittima. Il giovane Batille viene trovarto riverso su un marciapiede con a tracolla un oggetto che assomoglia ad una macchina fotografica. Si tratta in realtà di un magnetofono con cui il ragazzo, figlio di una famiglia di borghesi parigini, andava alla ricerca di suoni e voci della città. La verità potrebbe essere incisa sul nastro… ma una telefonata anonima…

Voto: 8/10

Incipit
Per la prima volta da quando andavano a cena ogni mese dai Pardon, Maigret conservava quella serata di Bolevard Voltaire un ricordo quasi penoso.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera
Una sera fredda e piovosa di marzo. Una cena, come di consueto, in casa del dottor Pardon. Una strada buia e deserta. Il cadavere di un giovane capellone abbandonato sull’asfalto. Il commissario Maigret, incaricato di svolgere le indagini, si trova di fronte a uno dei casi più enigmatici della sua cariera. Chi ha ucciso il giovane Antoine Batille, figlio di un noto industriale parigino? Perchè i colpi di coltello, come dicono gli esperti, sono stati inferti con tanta ferocia? E per quale ragione? I curiosi che affollano il marciapiede davanti alla casa dell’industriale chiacchierano: “Che strano hobby registrare negli ambienti più eterogenei frammenti di conversazioni, voci, confessioni magari compromettenti… E poi, con quei capelli lunghi non poteva far certo una buona impressione… Forse le cattive compagnie… però aveva l’aria del bravo ragazzo…” Il commissario Maigret tace. Pare quasi di cattivo umore, ed è sempre difficile intuirne i pensieri quando assume quell’aria assente, quasi ottusa. Ma proprio dietro a quel silenzio si nasconde il dramma: la verità che Maigret scopre attraverso una lettera anonima. Da: http://users.libero.it/enrico.gustav/Simenon/Trame/Simenon(Maigret)/

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret e il capellone imprudente / Georges Simenon ; traduzione di Elena Cantini
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 1970
Descrizione fisica: 154 p. ; 18 cm
Collezione: Oscar guide
Note Generali: Tit.orig.:Maigret et le teueur

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

251 lettura finita (121/II anno) – Maigret e il commerciante di vini di George Simenon


Lettura del mese di luglio 2008

Maigret è alle prese con una alta borghesia molto reticente e senza scrupoli. E la vittima è una persona che in vita ha calpestato molti piedi e umiliato molte persone. Simenon è maestro nel pennellare con pochi tratti personaggi, caratteri e dialoghi serrati.

Voto: 7,5/10

Incipit
“L’ha uccisa per derubarla, vero?” “Non volevo ucciderla, tanto è vero che avevo con me solo una rivoltella da bambini”.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera
“Raramente ho incontrato tante persone sgradevoli in una sola inchiesta”: questa l’amara considerazione del commissario Maigret, impegnato a risolvere un caso non facile. Ne è protagonista una certa borghesia parigina legata al mondo degli affari. Commercianti assai noti, grossi nomi dell’editoria e dell’industria, celebri professionisti: questi i personaggi che Maigret deve via via interrogare per far luce sull’assasinio di Oscar Chabut, notissimo commerciante di vini. Gli interrogatori si susseguono senza tregua ma non emergono elementi di rilievo. Dove cercare allora l’assassino? Il commissario insiste per avere ragguagli anche dalla “Cavalletta”, una delle innumerevoli amanti di Chabut. L’inchiesta condotta a ritmo serrato, si avvia rapidamente alla conclusione. Da: http://users.libero.it/enrico.gustav/Simenon/Trame/Simenon(Maigret)/

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret e il commerciante di vini / Georges Simenon ; traduzione di Sarah Cantoni
Pubblicazione: Milano : A. Mondadori, 1970
Descrizione fisica: 168 p. ; 19 cm.
Collezione: Oscar ; 282
Numeri: Bibliografia Nazionale – 712018

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

246 lettura finita (116/II anno) – Maigret esita di Georges Simenon


Maigret esita di G. Simenon

Inizio lettura 2 luglio 2008 – Termine lettura 4 luglio 2008

Maigret esita davvero. Ma solo prima che venga commesso il delitto. L’assassinio avviene solo dopo pagina 100 prima c’è un meticoloso preparare la scena e ingannare il lettore. Un Maigret ancora più psicologo del solito.

Voto: 7/10

Incipit
“Salve, Janvier”. “Buongiorno capo”. “Buongiorno, Lucas. Buongiorno Lapointe…”. Arrivato a quest’ultimo, MAigret non potè fare a meno di sorridere.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Una lettera anonima annuncia un imminente ed ineluttabile delitto. Dopo poche indagini si scopre che questo avverrà all’interno della casa dei Parendon un lussuoso appartamento in cui vivono un celebre avvocato, la sua famiglia e un nutrito gruppo di domestici e collaboratori. Maigret entra in casa come il suo solito: studia i caratteri, le storie delle persone in cui vivono, ne cerca i pregi, i difetti e gli scheletri negli armadi. Ma il delitto non riesce ad impedirlo….

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret esita / di Georges Simenon
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 1968
Descrizione fisica: 179 p. ; 18 cm.
Collezione: Le inchieste del commissario Maigret ; 73

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

231 lettura finita (101/II anno) – Il maestro dalla testa sfondata di Hans Tuzzi


Il maestro dalla testa sfondata di Hans tuzzi

Inizio lettura 26 maggio 2008 – Termine lettura 31 maggio 2008

Bel giallo milanese ambientato alla fine degli anni settanta. Milano è ben costruita e gestita. Protagonisti ben inseriti nella storia e nella città. Storia ricca di personaggi (forse un pò troppi) e con un pizzico di eccesso nella descrizione del mondo dei libri antichi. Questo, per chi cerca solo il giallo-poliziesco, potrebbe apparire inutile e pesante. Nel complesso una buona lettura.

Voto: 8/10

Incipit
Non era nemmeno un’alba: a febbraio, le cinque e un quarto fa ancora buio. E freddo, porco d’un cane, pensò l’Alberto Cristofori battendo con forza le mani guantate e avvolgendo intorno al collo la sciarpa di lana.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Milano, un’alba livida di un giorno qualunque del febbraio 1978, il freddo intenso di un inverno come tanti altri: nel quartiere della Barona viene trovato il cadavere di un autista, ucciso a bordo del suo autobus. Al commissario Melis appare immediatamente evidente che non si tratta di una rapina. Anche perché la vittima rivela frequentazioni perlomeno sorprendenti: i seguaci di un santone russo, un noto libraio antiquario, anch’egli morto da poco, collezionisti facoltosi e balordi di periferia. Muovendosi con cautela, il commissario si avvicina lentamente alla soluzione dell’intrigo, svelando i misteri paralleli dell’assassinio e della bibliofilia. Il romanzo è già stato pubblicato dalle edizioni Sylvestre Bonnard nel 2002.

Scheda del libro
Autore: Tuzzi, Hans
Titolo: Il maestro della testa sfondata / Hans Tuzzi
Pubblicazione: Milano : Bonnard, [2002!
Descrizione fisica: 274 p. ; 21 cm.
Collezione: Il piacere di leggere
Numeri: ISBN – 88-86842-48-1

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Terza lettura del GDL Libridine

227 lettura finita (97/II anno) – Maigret e la famiglia felice di Georges Simenon


Maigret e la famiglia felice di Georges Simenon

Inizio lettura 11 maggio 2008 – Termine 12 maggio 2008

Il solito Maigret, dopo avere letto il 50esimo romanzo diviene difficile non ripetersi, quindi mi limito a dare un voto a questo romanzo non particolarmente brillante.

Voto: 7,5/10

Incipit
Quando in piena notte squillò il telefono, Maigret, anzichè brontolare come sempre cercando il ricevitore nel buio, ebbe un sospiro di sollievo..

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Tutti hanno qualcosa da nascondere ed in particolare la famiglia Josselin. Maigret indaga sull’omicidio in una famiglia benestante. Si cerca un misterioso personaggio che è entrato nello stabile dove abitava l’ucciso ma non vi è uscito la sera del delitto.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret e la famiglia felice / Georges Simenon ; traduzione di Marianna Basile
Pubblicazione: Milano : A. Mondadori, 1993
Descrizione fisica: 153 p. ; 19 cm.
Collezione: Oscar gialli ; 289
Numeri: ISBN – 88-04-36807-1

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

218 lettura finita (88/II anno) – Maigret si mette in viaggio di Georges Simenon


Maigret si mette in viaggio di Georges Simenon

Inizio lettura 14 aprile 2008 – Termine lettura 15 aprile 2008

L’assassino è sempre stato sotto il naso, ma per prenderlo Maigret dovrà viaggiare parecchio: far su e giù per la Francia con una puntata Svizzera. Maigret comincia ad essere “schiavo” della modernità. Agli inizi si muoveva a piedi e in bicicletta, poi arrivò sempre più spesso il treno, poi l’auto, infine si affacciò l’aereo che in questo romanzo diventa quasi protagonista. Il principio di globalizzazione non risparmia il nostro commissario. Decisamente migliore di Maigret si confida.

Voto: 7,5/10

Incipit
Le cose più seccanti sono quelle che agli inizi sembrano così banali che nessuno annette loro la benchè minima importanaza. Un pò quel che accade con certe malattie che iniziano subdole, nient’altro che vaghi malesseri, e quando alla fine le si prende sul serio è sovente troppo tardi.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Nel suo lussuoso appartamento all’hotel Georges V, uno dei più eleganti di Parigi, la contessa Palmieri assume un intero tubetto di sonniferi, ma poco dopo si pente del tentato suicidio e fa chiamare un medico. Viene trasportata d’urgenza all’ospedale americano di Neuilly. A Lucas non sembra un fatto di primaria importanza e decide di non segnalarlo al commissario Maigret. L’errore di Lucas è madornale e sarà destinato a complicare l’inchiesta condotta da Maigret e da tutta la Polizia Giudiziaria. Poche ore dopo infatti, in un’altra stanza dello stesso hotel, viene scoperto il cadavere del famoso colonnello David Ward, uomo d’affari miliardario e amante della contessa Palmieri. Il commissario segue l’evolversi dell’inchiesta spostandosi in aereo da Parigi a Nizza, e poi da Monte Carlo a Losanna, e quindi di nuovo a Parigi, insinuandosi nei luoghi prediletti dal jet set internazionale: grandi alberghi e locali di lusso. Per tutta la durata dell’inchiesta Maigret soffre di uno strano disagio venendo a contatto con miliardari e personaggi da copertina, in quanto sembrano oltre modo ricordargli le sue origini piccolo borghesi.


Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret si mette in viaggio / Georges Simenon ; traduzione di Leopoldo Carra
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2007]
Descrizione fisica: 159 p. ; 20 cm
Collezione: Gli Adelphi ; 314
Note Generali: In cop.: Le inchieste di Maigret
Numeri: ISBN – 9788845921988

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

216 lettura finita (86/II anno) – Maigret si confida di Georges Simenon


Maigret si confida di Georges Simenon

Fine lettura 11 aprile 2008

Maigret ricorda. A Cena da amici comincia il racconto di un caso dei tempi passati che lo ha visto protagonista. Maigret ha capito, Maigret sa ma, la società, come spesso accade ha bisogno di un colpevole costi quel che costi. Anche condannare a morte un innocente. E’ una Maigret che rimpiange di non aver saputo fare di più. Un commissario insolitamente “legato” dai lacci dello stato e della burocrazia. Uno dei peggiori Maigret letti finora.

Voto: 6/10

Incipit
La cameriera posò la torta di riso in mezzo alla tavola rotonda e Maigret fece uno sforzo per assumere un’aria al tempo stesso sorpresa e beata, mentre la signora Pardon, arrossendo, gli lanciò un’occhiata maliziosa.
Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
È una notte interminabile, lunga come una vita, quella in cui si decide il destino di Adrien Josset, patron di una prospera industria farmaceutica, la Josset & Virieu. Il padre della sua segretaria-amante, la giovane, fresca, scialba Annette, lo ha accusato di aver gettato il disonore sulla famiglia e ha preteso una pronta riparazione. E poche ore dopo, rientrando nella quiete elegante di Auteuil, ha trovato – così almeno sostiene – il corpo senza vita della moglie, sgozzata e trafitta da ventuno colpi di pugnale. Ma forse il suo destino si era deciso già anni prima, quando, squattrinato aiuto-farmacista, aveva sposato Christine Lowell, libera, disinvolta, capricciosa ed enormemente ricca. Sì, forse è stato quel “passage de la ligne” a decidere del suo destino – e a perderlo. Perché ora lo “smart set” che ha sempre giudicato Christine “adorabile” malgrado la sua inclinazione per l’alcol e i barbiturici e le schiere di “protetti” di cui si circondava, e lui tutt’al più “un bravo ragazzo” malgrado l’innegabile talento e il successo, non ha esitazioni: Josset l’usurpatore, Josset l’infiltrato, Josset l’ambizioso senza scrupoli non può che essere il colpevole. E, quel che è più grave, ne è convinto anche il giudice Comélieu. Questione di casta, no? Adrien può contare solo su Maigret.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret si confida / Georges Simenon ; traduzione di Margherita Belardetti
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2007]
Descrizione fisica: 152 p. ; 20 cm
Collezione: Gli Adelphi ; 311
Note Generali: Pubbl. precedentemente con il tit.: Una confidenza di Maigret
Numeri: ISBN – 9788845921667

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

209 lettura finita (79/II anno) – Maigret e il corpo senza testa di Georges Simenon


Maigret e il corpo senza testa di Simenon

Inizio lettura 8 marzo 2008 – Termine lettura 10 marzo 2008

Per una volta Maigret non da la caccia all’assassino (è fin troppo evidente) ma è alla caccia del movente. Il commissario mi pare stanco, dopo quasi cinquanta casi sembra segnare un pò il passo. Lettura però, come sempre, piacevole.

Voto: 7/10

Incipit
Il cielo comniciava appena a sbiancare, quando Jules, il maggiore dei due fratelli Naud, comparve sul ponte della chiatta: prima la testa, poi le spalle, e infine il lungo corpo dinoccolato.
Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
ll primo pezzo che viene ritrovato, quasi per caso, impigliato nell’elica di una chiatta ferma sul canale Saint-Martin, in una luminosa giornata di marzo che profuma già di primavera, è un braccio. Ma, poiché non è così raro che un sadico si accanisca su una prostituta, la polizia non sembra preoccuparsene granché. Questa volta, però, la cosa è diversa, e Maigret lo intuisce subito: perché si tratta di un braccio non di donna, ma di uomo. Il palombaro incaricato delle ricerche non ci metterà molto a recuperare altri pezzi, e a partire da quelli il dottor Paul, dell’Istituto di medicina legale, comincia a fare delle ipotesi… Scritto a Lakeville, nel Connecticut, nel gennaio del 1955, questo romanzo apparve nel corso dello stesso anno.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret e il corpo senza testa / Georges Simenon ; traduzione di Margerita Berlardetti
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2005]
Descrizione fisica: 169 p. ; 20 cm.
Collezione: Gli Adelphi ; 277 Titolo uniforme: echec de Maigret.
Numeri: ISBN – 88-459-2028-3

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

206 lettura finita (76/II anno) – Maigret prende un granchio di Georges Simenon


Maigret prende un granchio di Georges Simenon

Inizio lettura 1 marzo 2008 – Termine lettura 2 marzo 2008

Simenon non cambia stile. E forse piace per questo. Una certezza. Questo è un giallo classico. Quasi tutto avviene nella casa dell’assassinato. Niente appostamenti, niente inseguimenti, niente personaggi misteriosi. C’è solo da indovinare.
Voto: 7,5/10

Incipit
Joseph, l’usciere, bussò alla porta così leggermente da produrre il rumore di un topo in fuga. Socchiuse l’uscio senza farlo scricchiolare, apparve nell’ufficio di Miagret, col cranio calvo cinto di capelli binachi, quasi immateriali, silenzioso come un fantasma.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Quando nell’enorme e flaccido uomo d’affari che il capo gli ha chiesto di trattare con ogni riguardo (è il re delle macellerie, e amico personale del ministro) Maigret riconosce Ferdinand Fumal, un vecchio compagno di scuola soprannominato Palla di lardo, non riesce a trattenere un certo fastidio. Il padre di Fumal aveva tentato di corrompere suo padre e lui ricorda ancora la rabbia e l’umiliazione che aveva letto sul volto di quell’uomo onesto e buono. Ma quando Palla di lardo verrà ucciso, Maigret non potrà sottrarsi a un certo senso di colpa…

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret prende un granchio / Georges Simenon ; traduzione di Carla Scaramella
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2005]
Descrizione fisica: 154 p. ; 20 cm.
Collezione: Gli Adelphi ; 273
Titolo uniforme: echec de Maigret.
Numeri: ISBN – 88-459-2008-9Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

200 lettura finita (70/II anno) – Maigret e il ministro di Georges Simenon


Inizio lettura 20 febbraio 2008 – Termine lettura 21 febbraio 2008

Quasi un thriller politico. Maigret è alle prese con un intrigo di palazzo nei meandri della politica più sporca. Come muoversi, come comportarsi? Come con i criminali normali. In fondo sono solo ladri e mascalzoni. Imperiosa critica alla classe politica francese. Avvincente. Uno dei Maigret migliori.
Voto: 8,5/10

Incipit
Come sempre quando rientrava a casa la sera, arrivato allo stesso punto del marciapiede, poco oltre il lampione, Maigret alzò gli occhi verso le finestre illuminate del suo appartamento.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Al commissario Maigret sono capitati più di una volta incarichi “delicati”, ma questa volta è rimasto davvero di stucco: un ministro in carica lo ha chiamato da una cabina telefonica alle dieci di sera e gli ha chiesto di andare nel suo appartamento privato. Ma sarà veramente lui? La signora Maigret ha capito bene? Tant’è: si accorgerà presto che è tutt’altro che uno scherzo. Centoventotto bambini sono morti nel crollo di un sanatorio e Maigret si ritroverà coinvolto in una sordida rete di interessi e di ricatti, fra politici avidi di potere e giornalisti senza scrupoli.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret e il ministro / Georges Simenon ; traduzione di ernanda Lettardi Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2005]
Descrizione fisica: 177 p. ; 20 cm
Collezione : Gli Adelphi ; 263 Note Generali: In cop.: Le inchieste di Maigret
Titolo uniforme: Maigret chez le ministre. –
Numeri: ISBN -88-459-1965-X

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

194 lettura finita (64/II anno) – Maigret e la giovane morta di George Simenon


Maigret e la giovane morta di George Simenon

Inizio lettura 10 febbraio 2008 – Termine lettura 12 febbraio 2008

Superato il 50esimo Maigret ci si deve per forza ripetere nei giudizi sul libro. Simenon utilizza l’espediente Lognon per vivacizzare il racconto. Maigret è più preoccupato ad inseguire lui che a risolvere il caso. Il commissario sembra battuto sul tempo ma…  Dialoghi serrati, descrizioni minimaliste.

Voto: 7,5/10

Incipit
Maigret sbadigliò, poi spinse i fogli all’stremità della scrivania. “Una bella firma qui, ragazzi, e potete andarvene a dormire”.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Maigret ha avuto una giornataccia. Trenta ore filate alle prese con tre ossi duri che non volevano parlare. E come se non bastasse, alle tre del mattino, gli piomba addosso un’altra grana: a due passi da Pigalle è stato rinvenuto il cadavere di una ragazza di circa vent’anni. Maigret capisce alla prima occhiata che i conti non tornano. L’abito da sera e consunto e la scarpa d’argento con tacco a spillo fanno pensare a una entraîneuse, ma i capelli scuri e morbidi e il viso imbronciato fanno pensare a una bambina.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret a scuola / Georges Simenon ; traduzione di Laura Frasin Guarino
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2005]
Descrizione fisica: 163 p. ; 20 cm
Collezione : Gli Adelphi ; 271 Note Generali: In cop.: Le inchieste di Maigret
Titolo uniforme: Maigret et la jeune morte. –
Numeri: ISBN – 88-459-1994-3

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

193 lettura finita (93/II anno) – Il cappello del prete di Emilio De Marchi


Il cappello del prete di Emilio De Marchi

Inizio lettura 6 febbraio 2008 – Termine lettura 9 febbraio 2008

E’ considerato il primo noir italiano. Ma, a mio modo di vedere, di noir c’è solo la coscienza del protagonista, autore del misfatto. Potremmo riassumere questo romanzo con due noti proverbi: le bugie hanno le gambe corte oppure chi la fà l’aspetti. Mi piace molto come scrive De Marchi. Si fa leggere bene, suscita sempre il sorriso nel lettore, è di una rara ironia. L’intreccio è geniale, il “clima” di Napoli ben costruito e presentato. Lo consiglio. Secondo me un libro da leggere.

Voto: 9/10

Incipit
Il barone Carlo Coriolano di Santafusca non credeva in Dio, e meno ancora credeva nel diavolo; e, per quanto buon napoletano, nemmeno nelle streghe e nella iuattura.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Pubblicato a puntate nel 1887 e in volume nel 1888, “Il cappello del prete” è stato il romanzo più famoso di Emilio De Marchi, subito tradotto anche all’estero. Ambientato a Napoli, narra le vicende del nobile squattrinato Carlo Coriolano, barone di Santafusca che, ridotto alla rovina dai debiti di gioco e da una vita oziosa e dissipata, uccide il ricco prete usuraio don Cirillo per impossessarsi dei suoi soldi. Ma al suo “delitto perfetto” manca un dettaglio chiave: l’occultamento del cappello del prete. Diventato un indizio pericoloso, il tricorno tormenterà il barone come una sorta di allucinazione ricorrente, fino ad arrivare, dopo una serie di peripezie, davanti al banco del tribunale per inchiodarlo alla sua colpa. Romanzo originale, definibile un “giallo psicologico”, “Il cappello del prete” resta ancora oggi un esempio di letteratura d’intrattenimento di alto livello, in cui De Marchi riprende la lezione della grande narrativa europea – da Dostoevskij a Poe, da Manzoni al verismo – alternando con maestria il tono leggero del bozzetto ottocentesco con il registro cupo del romanzo gotico.

Scheda del libro
Autore: De Marchi, Emilio <1851-1901>
Titolo: Il cappello del prete / Emilio De Marchi ; introduzione di Vittorio Spinazzola ; con una nota di Carlo Lucarelli
Pubblicazione: Milano : Oscar Mondadori, 2006
Descrizione fisica: 249 p. ; 19 cm.
Collezione : Oscar classici ; 625
Numeri: ISBN – 88-04-55880-6 ISBN – 9788804558804

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Emilio De marchi

Le sue opere in E-book

Discutiamone insieme sul forum

191 lettura finita (61/II anno) – Maigret a scuola di George Simenon


Maigret a scuola di George Simenon

Inizio lettura 2 febbraio 2008 – Termine lettura 3 febbraio 2008

Buon romanzo. Uscito dalla palude dei due precedenti (Maigret ha paura, e Maigret si sbaglia) Simenon ci propone un romanzo diverso. Stavolta è alle prese con dei ragazzini di paese reticenti. L’autore è maestro nel tratteggiare il “clima” di villaggio dove tutti difendono tutti e gli stranieri sono visti come corpi estranei da eliminare. Peccato non si senta molto quel bel clima di mare che di solito Simenon fa respirare ai suoi lettori quando le storie si svolgono sulla costa.

Voto: 7,5/10

Incipit
Ci sono immagini che registriamo inconsciamente, con la precisione di una macchina fotografica, e quando in seguito riaffiorano alla memoria ci scervelliamo per ricordare dove le abbiamo viste.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Il maestro di Saint-André-sur-Mer, sperduto villaggio non lontano dalla Rochelle, si è spinto sino a Parigi per chiedere a Maigret di far luce sul delitto di cui è ingiustamente sospettato. Maigret, senza pensarci troppo, accetta. Forse, più che l’idea di scagionare un innocente, lo allettano le ostriche tipiche della zona, magari annaffiate da un vino bianco. La vittima è la “strega del paese”, una vecchia bisbetica, bersaglio prediletto degli scherzi dei ragazzi. Ed è proprio uno di loro ad accusare il maestro. Non c’è altro a suo carico. Solo la testimonianza di un bambino. E la sorda diffidenza dell’intero villaggio nei confronti di chi non è del posto.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret a scuola / Georges Simenon ; traduzione di P.N. Giotti
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2003]
Descrizione fisica: 158 p. ; 20 cm
Collezione : Gli Adelphi ; 239
Note Generali: In cop.: Le inchieste di Maigret
Titolo uniforme: Maigret a l’ecole. –
Numeri: ISBN – 88-459-1831-9

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum