Il libro degli Ospiti

Se volete lasciatemi qui una firma del vostro passaggio (critiche, suggerimenti… un semplice ciao).

 


Annunci

81 thoughts on “Il libro degli Ospiti

  1. Che bella sorpresa per me leggere le sue parole sul mio Garbino! Grazie, grazie.
    Sono una prof, mi sono occupata per anni anche di biblioteche, amo molto la lettura.
    Giulia Alberico

  2. Ciao che bello un sito dedicato ai libri. Io passo giusto per consigliare il libro di questo nuovo autore che usa parole per descrivere sentimenti. Lui si chiama Teddy Clock e ha scritto uno splendido libro dal titolo Remix di parole. Provare per credere: leggetelo!

  3. Bentrovato, bibliotecario-lettore,

    Ci incroceremo attraverso le letture.

    Una traccia di una mia lettura recente : Capitani coraggiosi, di Kipling. Non avrei mai creduto che mi sarebbe piaciuto tanto.
    Quella nebbia sul mare che nasconde e contemporaneamnte fa sentire vicini i pescherecci mi ha letteralmente rapito.
    La cerimonia del Memorial day – quando tutta la comunità dei pescatori ricorda in chiesa, uno a uno, i nomi dei morti in mare – mi ha provocato una profonda emozione.
    E la paternità, calda ma sobria, del capitano Disko che salva il giovane viziato Harvey e lo fa diventare persona.

  4. Lascio anche io un salutino, anche se stiamo dalla mattina alla sera nel forum 🙂 ; mi ritrovo qui perchè giusto ora ti ho inserito tra i link del mio sito, speriamo riesca a finirlo presto..un bacio, Alessandra

  5. Ciao collega,
    permettini di chiamarti così visto che anch’io sono una bibliotecaria (da 10 anni), mi ritengo molto fortunata perchè ho la possibilità di svolgere um mestiere che amo molto e a parer mio uno dei più belli al mondo!!
    Ovviamente ti faccio i complimenti per il tuo sito, che è molto bello e originale, ci sono cascata per caso facendo delle ricerche, io amo molto leggere è uno dei piaceri più belli della vita!!!
    Un libro e’ un regalo che puoi aprire ancora e ancora.
    Aforisma di Keilor G.

    grazie ciao!

  6. Torno, dopo un po’ di tempo, sul Libro degli Ospiti e leggo un messaggio molto commovente di Caterina Zanotti…non so come trovarla ma mi piacerebbe tanto poterla incontrare…perché ( se legge questo messaggio) non mi cerca? Mi farebbe felice! Giulia Alberico
    p.s. complimenti a Gabriele per il sito e per l’amore che porta alla lettura!

  7. Buon pomeriggio!
    Sono molto felice di essere in buona compagnia, nel senso che anch’io, dal lontano 1996, tengo nota dei libri che leggo… ed ho pure un libriccino dove scrivo le frasi che più mi colpiscono…
    Devo dire che provo un pizzico di invidia nei tuoi confronti, fare la bibliotecaria è il mio sogno (o la libraia)!
    Se posso permettermi, ti segnalo un libro da poco letto di Saroyan “la commedia umana” della Marcos y Marcos.
    Buone letture!
    Mari

  8. Complimenti Gabriele, bellissimo e interessantissimo questo blog!
    Sono Roberto, tuo “collega” bibliotecario di Segrate, e ti ho linkato al blog del Gruppo di Lettura di Segrate.
    Ho scoperto alcune letture interessanti e mi sono segnato alcuni spunti altrettanto interessanti.
    Ciao e a presto!

  9. Ciao, solo da venerdì pomeriggio ho scoperto questo sito…mi sono ritrovata in un mondo fatto di pagine ( anche se qui virtuali) che per anni ha accompagnato le mie giornate ma che da un pò di tempo mi “lasciava” a fasi alterne.. uno dei miei sogni sarebbe diventare bibliotecaria ed in alternativa la libraia…ma non so come inserirmi in questo mondo!!! So che ci sono dei corsi e poi?
    Se mi potresti dare delle dritte giuste..abito in Piemonte, provincia di Torino… Grazie per condividere con noi

  10. Complimenti per il blog, ci sono capitato per caso e l’ho trovato molto appassionante. Io ho cominciato a tenere un semplice elenco dei libri che leggo – sono molto più pigro di te – dal primo anno di università, il 1996/97: un’esperienza che raccomando sempre a tutti, ma vedo che pochi raccolgono il consiglio.
    Buona lettura!

    PS Ho trovato con piacere nel tuo elenco “La compagnia della Selva Bella”, un libro cui sono da sempre molto legato: Pederiali è un grande cantastorie e posso aggiungere, conoscendolo da una decina d’anni, che è anche una persona di spessore umano non comune.

  11. Ciao!
    sono una bibliotecaria anch’io, …e della Svizzera Italiana per la precisione!
    Complimenti per il tuo blog così ben frequentato.
    Ci sono arrivata perché gironzolavo nel sito di Muriel Barbery (L’eleganza del riccio) e poi subito ho trovato qui il consiglio della guru Antonella de Robbio di iscriversi su aNobii.com ! Quante cose belle in un battibaleno! e chissà ancora quante! Grazie!

  12. Marcello Venturi se n’è andato. Questa mattina. Grazie a lui ho scoperto questo sito (così bello il commento alla lettura del suo libro più amato, ‘L’ultimo veliero’). Tornerò a trovarvi.

  13. ciao!…ho scoperto questo blog curiosando su anobii, credo proprio che tornerò spesso! molto, molto interessante!
    Devo prendere un po’ dimestichezza con le varie pagine (sono decisamente imbranata)…
    ciao…a presto!
    donatella

  14. Ciao,
    ho scoperto il tuo blog curiosando tra i libri….la mia passione…..davvero molto interessante.
    Tornnero’ presto.
    Un abbraccio
    Tommasina

  15. ciao,

    ho trovato questo blog molto interessante essendo io una lettrice accanita, e mi sono iscritta anche al forum, peccato che l’iscrizione è andata a buon fine, ma non ho ricevuto la mail per accreditarmi, quindi non posso partecipare …

  16. Innanzitutto vivissimi complimenti per il sito che è stupendo,ci tornerò spessissimo anche per leggere i suoi commenti sui libri.Anch’io sono un’appassionata di letture,se potessi leggerei tutto il giorno e invece mi tocca studiar greco!Comunque aderirei volentieri al suo progetto Maigret,anche me ha affascinato il vecchio investigatore di Simenon.Appena finirò il libro che sto leggendo ora,inizierò a lavorare al progetto Maigret leggendo “il porto delle nebbie” che ho appena acquistato.Un saluto 🙂

  17. e’ un piacere trovare notizie vive, dalla parte del lettore, su libri belli e brutti…grazie. aggiungo una punta di invidia, per la possibilita’ che il tuo lavoro ti da di poter leggere cosi’ tanto…
    ciao!

  18. Ho incontrato per caso questo blog, me non per caso voglio sentirmi accomunata ai tanti che, come me, vivono anche di pagine da assaporare una ad una.
    Ultimo libro letto: l’eleganza del riccio.
    Insolita e raffinata commedia francese.
    Un saluto da Federica.

  19. Ciao Lele!!!
    A distanza di tanti mesi dalla prima volta che misi piede qua, vorrei dirti che ogni volta che passo di qui a fare un giretto fra le tue letture, è come tornare a casa….quella panchina è un posto incantevole per sedersi e aprire un libro……..e grazie a te che mi hai indirizzato a Libridine, ho potuto conoscere persone splendide…….
    Un saluto affettuoso!!!!!!!

    Phra

  20. Tardi ma approdo anch’io su questo sito,intelligente e provvido.Non scrivo,non pubblico,almeno per adesso,ma prendo a cuore i tentativi e gli sforsi di quanti lo fanno e fin dove posso mi adopero per dare una mano.
    Lo consiglierò a qualche amica della rete.Intanto,grazie per l’ospitalità e passerò per attingere notizie e novità.Ciao

  21. sono capitata percaso ed ho scoperto che i tuoi libri letti sono molto simili ai miei io mi sono realizzata una piccola biblioteca negli anni ho più di 800 titoli tra saggi libri fumetti manuali di cui letti ma proprio letti 650 con gusto e tenendo conto che leggo moltissimo ad ogni ora del giorno anche in fila alla posta (ho sempre un libro con me) dal dottore, da un paio d’anni sono mamma e ho rallentato in alcuni periodi ma ora ho ripreso alla grande è il mio pane l’unico ritaglio di tempotuttomio ne farei un lavoro se potessi…. tornerò spesso…. grazie

  22. Complimenti vivissimi, un modo encomiabile di vivere la lettura. Sono anch’io un lettore assiduo ed ho pubblicato la mia peronale bibliotaca sul sito anobii. Molto interessani i progetti sui personaggi della letteratura gialla come Maigret e Miss Marple, dovrei fare qualcosa di simile per Nero Wolfe e Sherlock Holmes che sono i miei preferiti.

  23. ho scoperto quasi per caso il tuo sito e lo trovo bellissimo.sai sono di Macerata e quì ci sono molte biblioteche. ma l’inconveniente è che ho una figlia che ha imparato a leggere e vorrei qualche volta prendere un volume, ma quì a Macerata non è possibile perchè non dispone di una sezione per bambini, semmsi devo andare a Tolentino e a Civitanova Marche. E’ possibile tutto ciò nell’era in cui siamo?

  24. ti vorrei segnalare il nostro concorso letterario
    “Con…VERSI…amo al Casale”
    Concorso nazionale di Poesia e Narrativa

    siamo una piccola associazione che lavora per promuovere la biblioteca comunale di un piccolo comune della provincia di Benevento. Puoi trovare informazioni su di noi sul sito in calce e sul nostro territorio sul sito: http://www.comune.sansalvatoretelesino.bn.it
    Dalla nostra pagina web è anche scaricabile il bando del Concorso e la domanda di partecipazione. Grazie per tutta la collaborazione che vorrai darci
    antonietta cutillo

  25. Caro Gabriele…
    ho sempre un piccolo tuffo al cuore ogni volta che sento parlare di libri con la passione che sfocia nell’adorazione….
    Amo i libri da sempre (non ho memoria di quando è cominciata la mia “avventura”: suppongo sia nata insieme all’apprendimento della lettura stessa) e ora che sto per diventare madre, il mio desiderio più fervente è quello che mio/a figlio/a possa godere della mia stessa gioia.
    Nel frattempo gli/le leggo i libri a voce alta (i bambini, si sa, imparano in fretta!) e ho già fornito la sua cameretta con decine di titoli di libri per ragazzi, i quali spero potranno essere d’aiuto per la formazione e la crescita.
    Grazie, dunque, per questo blog così interessante e piacevole! Verrò virtualmente a trovarti ogni volta che avrò un attimo libero. A presto.

  26. Complimenti per il sito. Davvero una buona fonte di ispirazione per noi insaziabili lettori. Mi riprometto di leggere a breve uno dei tuoi.
    Ah, mi chiedevo come mai non c’era un qualche link alla tua pagina su Anobii e cosa ne pensi del bookcrossing.

    Inoltre in qualche tuo sito ho trovato un link errato al blog de “La mano dell’organista” che rimanda ad un lamanodeelorganista.wordpress.com però purtroppo non ricordo più dove.

  27. Ho appena visto la segnalazione di questo blog su Repubblica.Ma è bello, proprio interessante e bello e, mi sembra, veramente fatto col cuore. Lo seguirò. Anche perchè, forse per il mio particolare momento di vita, faccio molta fatica a trovare qualcosa di buono da leggere. Fortunatamente, circa un mese fa, ho scoperto Agota kristof, che mi ha riconciliata con le parole scritte da altri. Ora ho tra le mani “Chiamalo sonno” di Roth e “Ombre sull’Hudson” di Singer. Finito il primo, adesso inizierò il secondo. Grazie per questo blog, ci incontreremo ancora!
    Annamaria Giustardi

  28. Anch’io grazie a Repubblica ho avuto il piacere di venire a conoscenza di questo bel blog! Da oggi in poi non me ne perderò un post! Buone letture….. Antonella

  29. Caro Bibliotecario, leggo sul suo bellissimo blog (complimenti!) un intervento nel quale, con la passione di chi ama il libro e la lettura, si lamenta la compressione al 15 per cento dello sconto a disposizione delle biblioteche che sarebbe stato introdotto dalla nuova legge sul prezzo del libro.
    Come promotore e primo firmatario della legge (di qui il suo nome di “Legge Levi”), vorrei offrire a a lei, ai lettori del suo blog tutti gli elementi necessari per valutare la questione, correggendo subito il dato sullo sconto per le biblioteche, fissato non al 15 ma al 20 per cento.
    Al fine di dare l’informazione promessa, come prima cosa ricordiamo qual è la situazione attuale. Nel mercato del libro non esistono oggi limiti agli sconti praticabili. Si assiste, pertanto, a una vera e propria e sempre più aspra “guerra degli sconti”.  
    Questo, da un lato, porta alla progressiva espulsione dal mercato dei soggetti più deboli, a partire dai librai indipendenti e dai piccoli editori, e, di conseguenza, a un grave impoverimento dell’offerta culturale e del pluralismo dell’informazione; dall’altro lato, crea le condizioni per un tendenziale aumento dei prezzi di copertina, poiché, a fronte di sconti sempre più alti, gli editori sono portati a rispondere con incrementi dei prezzi tali da ricostruire i margini di profitto.
    A questo Far-West, la legge risponde con una disciplina che conferma la piena libertà degli editori di fissare i prezzi di partenza, i cosiddetti “prezzi di copertina” dei libri e fissa i seguenti tetti agli sconti: 25 per cento per gli sconti offerti dagli editori nelle loro campagne promozionali, con l’obbligo di garantire le medesime condizioni a tutti i canali della distribuzione; 20 per cento per le vendite alle biblioteche e per quelle effettuate in occasione di particolari manifestazioni; 15 per cento per le vendite effettuate dalle librerie, grandi e piccole, e da tutti gli altri punti di vendita al dettaglio, dal super e dall’ipermecato fino ai grandi siti di vendita on-line (stiamo sempre parlando di libri su carta, non di e-book di cui questa legge non si occupa).
    Così stando le cose, le biblioteche possono contare sulle seguenti tutele: grazie alla fine della guerra sui prezzi, vedono protetto il valore reale della loro spesa; avvalendosi in modo oculago delle promozioni degli editori, possono operare acquisti con riduzioni di prezzo fino 25 per cento; acquistando nelle librerie e negli altri punti di vendita al dettaglio con sconti fino al 20 per cento, cioè superiori di 5 punti percentuali a quelli a disposizione di qualsiasi altro acquirente, hanno la certezza di comperare alle migliori condizioni del mercato, cosa che non succede oggi.  
    Sommando tutti questi elementi, credo onestamente di poter dire che la legge, nel puntare all’obiettivo primario di difendere la ricchezza dell’offerta culturale e il pluralismo dell’informazione – valori di interesse generale, tutelati dalla Costituzione italiana e dall’Unione Europea e sommamente condivisi, ne sono certissimo, da tutti i bibliotecari italiani – si sia fatta efficacemente carico delle giuste e sacrosante ragioni del sistema delle biblioteche.
    Se parliamo di biblioteche, tuttavia, non possiamo certo fermarci alla questione degli sconti. Il problema di fondo è quello della lettura e, a questo strettamente legato, delle politiche da mettere in campo per sostenerla, a partire dalle risorse destinate alle autonomie locali e alle biblioteche, tra le quali, preziosissime, le biblioteche civiche.
    Questo è il nuovo fronte sul quale ci si deve ora mettere al lavoro e sul quale non mancherà di certo il mio impegno.
     
    Ricardo Franco Levi

     

  30. Pingback: CyberAngel's Blog » Una legge vergognosa blocca lo sconto sui libri

  31. Ciao Gabriele,
    sono un affezionato del tuo sito. Spero che non ti perda troppo in “politica” e continui ancora con le recensioni dei libri che leggi. Lo dico perché ho notato che va già più di un mese senza neanche una recensione 😉
    Un salutone

  32. Paolo, hai perfettamente ragione :-)))))))… ultimamente ho letto davvero poco (strabordo di impegni)… ma prometto di riprendere presto le recensioni…

  33. Complimenti per il sito davvero utile ai lettori appassionati che non possono non trovare interessanti i Suoi commenti ed opinioni. Personalmente ritengo la lettura un esperienza fondamentale per la maturazione intellettuale ed emotiva di un individuo ed amo condividere l’autorevole opinione di Wilde sull’ ars della musica, che a me piace riferire alla letteratura. La lettura, parafrasando Wilde, crea in te un passato di cui eri allo scuro e ti colma di sensazioni penose che le tue lacrime non conoscevano, ti rende conscio di come la tua anima abbia attraversato terribili esperienze, gioie tremende, sfrenati amori romantici o grandi rinunce. Penso che si possa aggiungere ben poco al pensiero di Wilde, intanto le auguro buona lettura e tante care cose per il Suo sito che consiglierei a tutti di visitare. Saluti, Rachele.

  34. Accolgo l’invito a lasciare un saluto, aggiungendo anche le congratulazioni perchè sono arrivata qui dalla pagina WordPress dei “growing blog”

    Dedicato ai libri… i grandi amici, che non tradiscono mai, perchè – se proprio non c’è sintonia – siamo noi a metterli da parte.

    Ardisco anche fare una domanda: se non sbaglio dall’elenco degli autori manca Elena Ferrante. Un caso? Esco da I giorni dell’abbandono e sono profondamente colpita dalla potenza ed essenzialità della scrittura.
    Tanto contenta di aver trovato Giorgio Scerbanenco, un pioniere in Italia.
    Molti auguri
    mcc43

  35. Per il libro migliore di tutti i tempi è Alla ricerca del tempo perduto di M. Proust.
    Provare pe credere, ma sforzarsi di leggere le prime 50 pag prima di desistere

  36. Elvira, la modella di Modigliani

    Sì, mi è piaciuto perché ho rivissuto la Parigi degli artisti, da Picasso a Renoir, da Cézanne a Matisse, la città della Belle Epoque, della mondanità e delle corse dei cavalli, dell’invasione tedesca nella prima guerra mondiale e ovviamente la Parigi di Modigliani coi suoi eccessi, la sua creatività, i suoi patimenti e la sua umanità. Quell’atmosfera è narrata attraverso la vita rocambolesca di una delle protagoniste di quel periodo, Elvira la Quique, che di Modigliani fu modella e amante. Una biografia-romanzo, intitolata “Elvira la modella di Modigliani”, in cui Carlo Valentini, ripercorre tutta l’avventura artistica e personale di Amedeo Modigliani, ricostruendo in forma di romanzo il legame che unì il pittore alla modella di alcuni dei suoi celebri nudi, allo stesso tempo casti e ammiccanti, che alla fine svelano anche l’interiorità di questa ragazza scappata dalla vita di miseria e prostituzione di Marsiglia e approdata alla vivacità anarchica di Montmartre e Montparnasse. Elvira è quindi l’ eroina quasi inconsapevole di una delle stagioni più esaltanti della recente storia europea e ci accompagna nel cuore artistico di Parigi, ci fa conoscere i suoi abitanti poi divenuti famosi e ci guida in quelle irripetibili atmosfere in cui si intrecciavano libertà e gioia, frustrazioni e amarezze, droga e sesso, illusioni e disillusioni, amori e tradimenti. Non male da leggere nelle cupa atmosfera di questi tempi di crisi.

  37. Ciao! Mi piace molto il tuo blog, complimenti…lo sto ancora esplorando ma già posso ritenermi contento di esserci capitato… Ci tornerò spesso, ciao!

  38. compimenti per il lavoro fatto,e per quello che avvera.Mi permeto di pubblicare il login sul FB. Questo in due pagine, le qualli si interessano di letture. Ti faccio i miei complimenti di nuovo augurandoti Buon 2013 e buon lavoro. Ciao Vardis

  39. Salve, oggi giorno delle riflessioni “a caldo” sulle elezioni politiche, mi permetto di suggerire un libro : “Un Grillo parlante”, Castelvecchi Editore, autore Giuliano Santoro. Credo sia un libro molto utile per tutti ed in particolare per chi aspira ad “un mondo nuovo”.

  40. Ciao! Mi piacciono molto le biblioteche, forse perché ci ho passato una buona parte della mia vita. Quasi tutto il resto l’ho trascorso in una casa editrice…
    Ripasserò sovente da queste parti 🙂

  41. visito in questo momento il tuo blog, per puro caso, xchè non navigo mai…
    ho appena acquistato il tuo “generale” per la biblio di gessate…
    sono una collega… mi occupo della biblio di gessate da 36 anni…
    nel fine settimana leggerò il tuo romanzo, poi ti ricontatto
    lorella

  42. Vorrei segnalarvi l’uscita di un romanzo che ho trovato semplicemente meraviglioso, l’autrice del libro è un’emergente e la casa editrice è nata da appena un paio d’anni ma vi posso assicurare che questa storia non ha niente da invidiare a quelle pubblicate dalle grandi case editrici come la Mondadori, leggere per credere 🙂
    La “Fortuna” di spezzare le catene del pregiudizio.
    Fortuna, il buco delle vite: la storia di una donna che con forza e tenacia riuscirà a superare pregiudizi e ostacoli apparentemente insormontabili, per affermare il proprio diritto alla felicità.
    Quando ci si accorge di essere vicini alla morte è quasi inevitabile tentare di fare un bilancio della vita che si è vissuta. Ed è proprio quello che tenta di fare “Fortuna”, la protagonista di questo romanzo mentre uno strano individuo, che assomiglia spudoratamente a un etereo angelo del Signore, la sta accompagnando verso il cortile dove verrà eseguita la sua condanna a morte. Soltanto che, a differenza di altri, Fortuna deve cercare di tracciare il bilancio di ben tre vite. Tre vite vissute con dolore, passione, angoscia e speranza tra Salerno, Roma e il Ruanda durante i giorni del terribile genocidio dei tutsi dell’aprile del 1994 che come un complicato puzzle si ricompongono davanti agli occhi della donna, intenta ad afferrare i fantasmi di coloro che ne hanno fatto parte. Tra lutti devastanti, abbandoni insopportabili e amori negati che l’hanno trascinata nella disperazione più profonda ma anche insegnato a ricominciare più forte di prima. Un romanzo per alcuni versi crudo e spietato, avvincente, capace di lasciare con il fiato sospeso e regalare al lettore una sfumatura di emozioni forti e inaspettate fino all’ultima imperdibile pagina.

    Fortuna, il buco delle vite è il primo romanzo della giovane autrice campana Jolanda Buccella, pubblicato dalla Ciesse edizioni di Padova il 21 giugno del 2012. Il romanzo può essere acquistato tramite il sito della casa editrice all’indirizzo: http://www.ciessedizioni.it/fortuna, nelle migliori librerie italiane su ordinazione e online attraverso i maggiori bookstore presenti in rete come La Feltrinelli, In Mondadori, Amazon e Hoepli.
    Per contattare la casa editrice
    Sito: http://www.ciessedizioni.it
    Pagina facebook: http://www.facebook.com/CIESSEdizioni
    Per contattare l’autrice
    Pagina facebook: http://www.facebook.com/jolanda.bucce

  43. Ciao Gabriele, come è interessante il tuo blog! complimenti al bibliotecario intelligente e allo scrittore. Possiamo dare un suggerimento per I PROGETTI? dopo Maigret, Montalbano, Miss Marple perché non Martini, il commissario torinese inventato da Gianna Baltaro e lasciato negli anni Trenta? Un saluto da EAM

  44. Ciao Gabriele, quest’anno l’iniziativa ‘Porta un amico in biblioteca’ che di solito si svolge nel mese di ottobre non viene riproposta?
    Sto progettando le attività di ottobre della Biblioteca di Scarperia, che in passsato ha aderito a questa iniziativa, e vorrei inserire anche la settimana di ‘Porta un amico…’ ma vorrei raccordarmi con l’iniziativa nazionale e quindi sapere le date.
    Grazie.
    maria rosaria annunziata
    biblioteca comunale di Scarperia

  45. ciao Gabriele , curiosando su paesaggi e letteratura mi sono imbattuta nel tuo blog ! che leggerezza , piacevole e discreta .
    grazie Caterina R

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...