Arrivano in libreria… Novità di primavera 2016


Cari lettori,

vi presento le novità della Casa Editrice Gemini Grafica con cui collaboro, curandone alcune pubblicazioni.

Pietro Pastorini: Il fabbricatore di Campioni

Libro_Marcia_Copertina_Fronte_ori_600

Dalle risaie della Lomellina, al tetto del mondo, passando per la periferia di Milano. Così si potrebbe riassumere l’ascesa di Pietro Pastorini, allenatore di marcia e scopritore di Campioni che hanno scritto pagine memorabili dello sport italiano.
Con questo libro intervista ripercorreremo la storia della marcia mondiale, ci accorgeremo di come il Campione nasce e cresce tra di noi, ci meraviglieremo del lavoro necessario per trasformare un ragazzo in un uomo vincente, leggeremo i motivi della profonda crisi che sta attraversando l’atletica nazionale e, infine, comprenderemo quale sia la via per tornare al vertice delle competizioni internazionali.
Con le testimonianze dei grandi atleti allenati da Pastorini, degli amici e dei collaboratori, vivremo una storia vera, di riscatto sociale, di riscosse personali e di indimenticabili vittorie.

Pietro Pastorini, lomellese di nascita e milanese d’adozione, ha avviato alla marcia e all’atletica migliaia di ragazzi. Tra questi, nel mondo, hanno primeggiato Michele Didoni e Giovanni Perricelli. Con i suoi allievi, ha vinto 13 medaglie in competizioni internazionali. Oggi, è il tecnico responsabile della nazionale Svizzera e allena le campionesse elvetiche Laura e Marie Polli. La sua filosofia è semplice e allo stesso tempo rivoluzionaria: portiamo l’atletica leggera nelle strade, nelle palestre e nelle scuole della nostra penisola. Insomma, facciamo in modo che sia alla portata di tutti. L’Italia è ricca di Campioni: bisogna scoprirli, farli crescere e accompagnarli consapevolmente alla vittoria.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: Il fabbricatore di Campioni
  • Autore: Pietro Pastorini
  • Curatore: Gabriele Prinelli
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Data di Pubblicazione: marzo 2016
  • ISBN-13: 978-88-97742-43-2
  • € 18,00

La Signora Thomson di Valeria Dainese

Vivienne_copertina_600

Una ragazza madre nella Londra di fine Ottocento ha poche alternative: o si danna o s’ingegna. Vivienne, giovane di origine francese con figlia a carico, lo sa bene e sa altrettanto bene cosa vuole per la sua piccola Camille. Vuole un futuro che sia migliore del suo presente. Perché ciò accada, l’unica via d’uscita è architettare un piano per scendere a patti con le convenzioni sociali, sfruttando al meglio le proprie capacità. Tutto inizia con la ricerca di un marito. E il migliore sulla piazza è Mr Thomson, uomo che si adatta alla perfezione al progetto in quanto abita dall’altra parte del globo e, soprattutto, poiché è totalmente inventato. Usando i colori a sua disposizione, Vivienne prova a dipingersi un nuovo “posto nel mondo” ma ci riesce talmente bene da rischiare di rimanervi intrappolata. Una piccola storia su come la mente possa passare rapidamente dal salvarci, con le sue intuizioni geniali e astute, al confondere la realtà, per assicurarci un porto sicuro nel quale trovare quella quiete e serenità che il mondo reale sembra non volerci concedere.

Valeria Dainese è nata nel 1984 in provincia di Milano, dove ancora vive. Laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera, dal 2006 lavora nell’ambito dei beni culturali e della comunicazione creativa. Dopo l’esordio come scrittrice di opere teatrali (2011), inizia il percorso per diventare giornalista (2013), per cimentarsi, infine, con la narrativa. “La Signora Thomson” è il suo primo romanzo.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: La Signora Thomson
  • Autore: Valeria Dainese
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Collana: La nuova generazione
  • Data di Pubblicazione: marzo 2016
  • ISBN-13: 978-88-97742-45-6
  • € 13,90

Manzoni e Bergognone – Letteratura e arte nel basso milanese

Manzoni_Bergognone_copertina_600

È possibile che lo scrittore Alessandro Manzoni e il pittore Ambrogio da Fossano detto il Bergognone avessero qualcosa in comune? E l’architetto Luca Beltrami con il medico/storico Giuseppe Gerosa Brichetto?
I quattro illustri personaggi, sopra citati, condividono in questa pubblicazione il borgo di Melegnano: il Lisander per i suoi passaggi lungo la via Emilia, per vicende familiari e per alcuni interessi economici che aveva nei dintorni, il Bergognone per lo splendido dipinto ancora oggi conservato nella prepositurale, il Brichetto per il grande amore che nutriva per la propria terra e il Beltrami per la sua passione nel difendere la bell’arte milanese.
A quasi mezzo secolo dalla prima apparizione degli studi di Gerosa Brichetto, e oltre cento anni dopo la memoria scritta di Beltrami, riproponiamo in questa raccolta alcuni fondamentali spunti di cultura melegnanese.

Nato a Linate nel 1910, il Dr. Giuseppe Gerosa Brichetto, medico, fu inviato dall’esercito italiano in Africa orientale, Albania e sul Fronte mediterraneo da dove rientrò nell’agosto del 1943. Aderì al Corpo Italiano di Liberazione e combatté a fianco degli Alleati; gravemente ferito nella Battaglia di Monte Lungo dell’8 dicembre 1943, fu decorato “sul campo”. Nel 1960, fu promotore della Casa di Cura “Le Quattro Marie” in Milano, ora Centro Cardiologico “Fondazione Monzino”. Coltivò una grande passione per la letteratura, per lo scrivere bene e la sua attività di scrittore si può dividere essenzialmente in: storiografia locale, letteratura ed argomenti militari. Oltre a numerosi libri, ha pubblicato circa quattrocento articoli.
Luca Beltrami (Milano, 13 novembre 1854 – Roma, 8 agosto 1933) è stato un architetto, storico dell’arte e parlamentare italiano.
Frequentò inizialmente l’Accademia di Belle Arti di Brera, abbandonata per seguire Camillo Boito alla scuola di Architettura del Politecnico di Milano, dove si laureò nel 1876. Successivamente si trasferì alla scuola di Belle Arti di Parigi, e si dedicò a viaggi di studio. Rientrato a Milano nel 1878, assunse l’incarico di professore di architettura pratica alla Accademia di Belle Arti e quindi al Politecnico.
Fu famoso nel campo del restauro perché fondava i suoi studi sulla veridicità della storia e dei suoi documenti. Fu uno dei pochi studiosi d’arte a preoccuparsi del contesto dell’opera d’arte, ricercandone sempre la documentazione storica.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: Manzoni e Bergognone – Letteratura e arte nel basso milanese
  • Autori: Giuseppe Gerosa Brichetto e Luca Beltrami
  • Curatore: Gabriele Prinelli
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Collana: Ad aemilium nonum
  • Data di Pubblicazione: marzo 2016
  • ISBN-13: 978-88-97742-46-3
  • € 13,90

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...