La favola di Natale del “Quaderno”


babbo-natale-003

“La gocciolina che voleva viaggiare con Babbo Natale” di Gabriele Prinelli

«Voglio viaggiare con Babbo Natale» disse Paolina la gocciolina.

«A te piace scherzare» le rispose la sua amica Lellina. «Siamo nel Mar dei Caraibi e non al Polo Nord».

Paolina all’osservazione della sua compagna, non si scoraggiò: «Oggi evaporo e vado da lui».

«A te, manca una rotella» scherzarono le altre goccioline del mare. «Qui fa un bel calduccio, mentre là si battono i denti dal freddo».

Paolina non le ascoltò nemmeno. Il suo desiderio di incontrare Babbo Natale era troppo forte.

Lo vedeva passare ogni anno con la slitta sopra la sua testa e invidiava tutti coloro che lo accompagnavano a distribuire i doni ai bambini.

«Come farai?» le domandò un’altra lì vicino.

«Diventerò un fiocco di neve» affermò lei con entusiasmo.

A mezzogiorno, quando il sole dei tropici scalda come in nessun altro luogo della terra, Paolina salì in superficie e in un momento cominciò a salire in alto. Non era più una goccia del mare; si era trasformata in vapore.

Nel cielo, incontrò il vento e cominciò così il suo viaggio.

Com’era bello il mondo visto dall’alto. Il mare era proprio blu, mentre la terra era di tanti colori: verdi le campagne, rossi i tetti delle città, bianche le cime innevate delle montagne…

Più il vento la spingeva a settentrione, più cominciò a sentire freddo.

Sopra la Spagna, Paolina si trovò dentro una grossa nube e insieme alle sue compagne d’avventura attraversò l’Europa.

Si teneva in disparte, chiedendo a tutti dove fosse la casa di Babbo Natale. Non voleva rischiare di diventare pioggia o neve prima della sua meta.

Alla vigilia di Natale, finalmente, sotto i suoi piedi, notò un gran fermento. Enormi pile di regali erano trasportate da laboriosi gnomi che caricavano una grande slitta, a cui era attaccata una lunga fila di animali con le corna: le renne.

Subito, fu certa di essere arrivata e sgomitando, si presentò al reparto di lancio. Congelò e poco dopo cominciò a cadere leggera leggera come neve.

Proprio in quel momento Babbo Natale uscì di casa.

Ora o mai più pensò e, vorticando nel vento, mirò proprio il cappello rosso.

Che emozione!

Con un Oh! fortissimo, Babbo Natale incitò le renne a partire e in men che non si dica la slitta si alzò in volo.

Dopo un’infinità di consegne in tutto il mondo, Paolina passò proprio sopra il mare dove di solito galleggiava.

«Ah» disse tra sé e sé «se mi vedessero le mie amiche come sono felice… è il più bel regalo di Natale che potevo ricevere. Un giorno tornerò e racconterò loro questa incredibile avventura».

I sogni a volerlo, si avverano per davvero.

****************************************

IL REGALO DI NATALE DEL “QUADERNO DI UN BIBLIOTECARIO”

Copertina Avanti e Indietro ebook

In attesa della pubblicazione del suo settimo romanzo (febbraio 2016), il Quaderno di un bibliotecario, in occasione del Natale 2015, regala ai suoi lettori AVANTI E INDIETRO, romanzo e-book, di Gabriele Prinelli.

Scaricatelo GRATUITAMENTE cliccando sui seguenti collegamenti (i files sono ospitati sulla piattaforma Dropbox):

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...