2015 – Non solo Expo: i cinquecento anni dei “Giganti di Marignano” in nuove pubblicazioni Gemini Grafica


Il logo di "2015 - non solo Expo"

Il logo di “2015 – non solo Expo”

Il 2015 non è solo l’anno dell’expo milanese. Si celebrano, infatti, i 500 anni della battaglia di Marignano.

La battaglia che si svolse nelle campagne tra il fiume Lambro e il canale Vettabbia, alle porte di Melegnano, il 13 e 14 settembre 1515 fu detta, “Dei Giganti”, per la ferocia del combattimento, per la strage di soldati e per la nobiltà che vi partecipò.

Lo scontro vide la vittoria dell’alleanza franco-veneta (costituitasi nell’ambito della Lega di Cambrai), ovvero dei francesi di Francesco I coadiuvati da alcuni lanzichenecchi e – verso la fine della battaglia – dalle forze della Repubblica di Venezia. Sul fronte opposto erano schierati gli svizzeri, che dal 1512 avevano il controllo sostanziale del Ducato di Milano, anch’esso presente nella figura di duca “nominale” di Massimiliano Sforza con i suoi cavalieri e fanti.
Battaglia_di_Marignano_copertina_500_fronte_600

Dall’eredità di Valentina Visconti ai cannoni di Marignano. Giuseppe Gerosa Brichetto ripercorre, in questa fondamentale opera, le tappe che hanno condotto Francesco I, re di Francia, alle porte di Milano per contendere agli Sforza e agli svizzeri il capoluogo lombardo. Combattuta tra il 13 e il 14 settembre 1515, la battaglia fu denominata “dei giganti”, dai suoi stessi protagonisti, per la ferocia del combattimento e per la grande strage di uomini.

Nato a Linate nel 1910, il Dr. Giuseppe Gerosa Brichetto appartenne ad una famiglia dove era forte il senso del dovere e l’attaccamento alla Patria. Completati gli studi, laureandosi in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Milano, fu inviato dall’esercito italiano in Africa orientale, Albania e sul Fronte mediterraneo da dove rientrò nell’agosto del 1943. Aderì al Corpo Italiano di Liberazione e combatterà a fianco degli Alleati; gravemente ferito nella Battaglia di Monte Lungo dell’8 dicembre 1943, fu decorato “sul campo”.
Nel luglio del 1946, appena congedato dopo ben sei anni di guerra, riprese servizio presso il Comune di Milano come Medico di reparto. In seguito fu nominato Medico Condotto del Comune di Peschiera Borromeo (Milano), incarico che ricoprì fino al suo collocamento a riposo avvenuto nel 1985. Nel contempo ebbe modo di realizzare un’opera importante e destinata a perdurare nel tempo. Nel 1960, infatti, fu promotore della Casa di Cura “Le Quattro Marie” in Milano, ora Centro Cardiologico “Fondazione Monzino”. Coltivò una grande passione per la letteratura, per lo scrivere bene e la sua attività di scrittore si può dividere essenzialmente in: storiografia locale, letteratura ed argomenti militari. Oltre a numerosi libri, ha pubblicato circa quattrocento articoli, con le tematiche citate, su periodici locali.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: La Battaglia di Marignano
  • Autore: Giuseppe Gerosa Bribetto
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Collana: 500 – 1515/2015 Non solo Expo
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2015
  • ISBN-13: 978-88-97742-33-3
  • € 14,90

I_Giganti_di_Marignano_copertina_fronte_600

La battaglia che si svolse nelle campagne tra il fiume Lambro e il canale Vettabbia, alle porte di Melegnano, il 13 e 14 settembre 1515 fu detta, “Dei Giganti”, per la ferocia del combattimento, per la strage di soldati e per la nobiltà che vi partecipò.

Raffaele Inganni, sacerdote di Zivido, luogo ove trovarono sepoltura le migliaia di vittime della cruenta disfida, ripercorre, in questo scritto del 1889, le tappe salienti che condussero Francesco I ad attaccare le truppe svizzere che controllavano la città di Milano e descrive, nei particolari, lo svolgersi delle giornate campali. Nel luogo della vittoria francese, sorse, per volontà del re di Francia, una cappella commemorativa che lo stesso autore, riportò alla luce con degli scavi archeologici.

In occasione del cinquecentenario della storica battaglia, Gemini Grafica ripropone questo testo non più ripubblicato dal 1889.

Raffaele Inganni, fu ordinato sacerdote nel 1865. Nominato cappellano di Zivido nel 1879 vi rimase sino al 1893.
Uomo di cultura e animato da passione per la storia riportò alla luce la perduta cappella “Dei Giganti” memoriale dell’importante battaglia.

 

  • Titolo del Libro: I Giganti di Marignano
  • Autore: Raffaele Inganni
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Collana: Ad Aemilium Nonum
  • Data di Pubblicazione: giugno 2014
  • ISBN-13: 978-88-97742-25-8
  • € 14,90
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...