IL CANE DEL SANTO… è in libreria


Cane_del_Santo_copertina

Il bel dipinto di Luigi Gioli, 1880, da cui sarà tratta la copertina de "Il cane del santo".

Il bel dipinto di Luigi Gioli, 1880, da cui sarà tratta la copertina de “Il cane del santo”.

LA TRAMA

Genere:  Romanzo breve – commedia a sfondo storico.

Sul piccolo borgo di Riozzo, il vento pare sollevare un’immensa nuvola di polvere. Sul villaggio, in realtà, si sono abbattuti contemporaneamente ben tre accadimenti infausti: la chiesa di Santa Maria della Sorgente è crollata sotto il gravame degli anni, i due borghigiani più avvenenti del luogo vi sono rimasti sepolti, e la fonte miracolosa del Riozzello, meta di pellegrinaggio e fonte di ricchezza per la popolazione, si è completamente prosciugata. Rimosse le macerie, dei corpi del bel don Gianni e dell’affascinante Lia, la prostituta più richiesta dell’intero circondario, non si trova alcuna traccia. Si dice che lui le abbia toccato il cuore, e in conseguenza di ciò entrambi sono ascesi al Paradiso…
Allora, per risollevare le sorti dello sfortunato abitato, i nobili possidenti del paese, i cugini e rivali Pietro e Paolo, decidono, ciascuno per propria convenienza, di ricostruire il sacro tempio e di ripristinare la prodigiosa polla. Il destino, tuttavia, sembra voler osteggiare i loro lodevoli propositi…

Pagine 100

ISBN – 978-88-97742-16-6

Prezzo 10 €.

IL BLOG

http://ilcanedelsanto.wordpress.com/

Ecco i commenti di coloro che “Il cane del santo” l’hanno letto nella sua prima versione elettronica (fonte il social network anobii).

Il buonumore è assicurato. Un racconto godibilissimo e sarcastico che ride delle miserie umane. A me ha ricordato un pò, per l’ambientazione e l’atmosfera, il film “Non ci resta che piangere”.(Stefania)

Delizioso racconto. Lo leggi e senti il profumo della legna che brucia, il gusto del buon vino semplice, il sapore dei cibi buoni della campagna lombarda. E lo leggi come se ascoltassi i racconti di una volta, al crepuscolo, intorno al fuoco. (Giò)

Decisamente una piacevole lettura. (Deborah)

Una storia lieve, di paese, di quelle che fanno ridere grasso ma anche con leggerezza, scritta con uno stile scorrevole e ironico che ti fa calare nella storia, come un curioso che ascolta i pettegolezzi e le malignità dei paesani. Direi una storia anche molto “padana”, nel senso geografico del termine. Veramente bello e piacevole. (M3b)

Letto d’un fiato, a gargarozzo. E durante la lettura, tanti sorrisi e risate hanno accompagnato ogni pagina. 
Mentre “ero” in quel di Riozzo, ho pensato che il “Cane” è “un cunto de li cunti”. Al posto del magico reame il postribolo campagnolo, invece della principessa, una prostituta, al posto del principe azzurro, un falso prete, invece di una battaglia col drago, una chiesa crollata su se stessa e a intessere il tutto, un paesino di santi e bevitori e una natura dotata di volontà autonoma e molto sense of humour. Una storia come quelle che durante le fiere di paese venivano raccontate nelle taverne con gran sgnignazzi… (Phra)

Un gradevole e facile racconto adatto a tutti capace di accendere un sorriso che dall’inizio ti accompagna fino alla fine. (Flaviocrem)

Un racconto davvero piacevole. (Lorimeyers82)

CLICCA SUL LOGO DELLA TUA LIBRERIA DI FIDUCIA  (link diretto al romanzo) E ACQUISTALO SUBITO

logo

VendorStoreFront

Amazon

webster

Gemini logo

libroco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...