539 lettura – Il tappeto verde di Vasco Pratolini


La copertina della prima rara edizione del libro

La copertina della prima rara edizione del libro

L’opera prima di Vasco Pratolini, pubblicata nel 1941, è una raccolta di racconti. Vi si possono trovare le fondamenta dei romanzi successivi dell’autore fiorentino, anche se, leggendo questi brevi brani, ho faticato a ritrovare lo stile di Pratolini che ho già affrontato nelle sue opere maggiori. Sono ricordi d’infanzia e di giovinezza, storie di vita vissuta in quelle strade che fecero poi la sua fortuna. La conversazione introduttiva del libro mi è parsa… confusa.

Voto: 7/10

Contenuto

Giochi di ragazzi, primi amori, inquietudini per la guerra incombente: su questi temi si muove l’opera che segnò l’esordio narrativo di Pratolini. Libro trasparentemente autobiografico conserva intatto il suo valore e fascino di testimonianza generazionale. E’ il racconto tenero e turbato, affettuoso e crudele di una adolescenza e di una città, la Firenze degli anni trenta, nel loro fitto intreccio di consonanze e contrasti.

L’autore

Pratolini ha svolto diversi mestieri, tra cui tipografo, venditore ambulante, barista, ed è stato un autodidatta. Legge inizialmente Dante e Alessandro Manzoni, poi Jack London, Charles Dickens, Mario Pratesi, Federigo Tozzi, e cresce in un ambiente letterario fiorentino influenzato dalla rivista Solaria e dai movimenti cattolici francesizzanti. Continua

Scheda del libro

Autore principale: Pratolini, Vasco
Titolo: Il tappeto verde / Vasco Pratolini
Edizione: 1 ed
Pubblicazione: Editori Riuniti
Descrizione fisica: 78 p.  ; 19 cm.
Collezione: I David

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...