La vera restituzione dell’IMU è in biblioteca


imu

In queste ore, si fa un gran parlare di promesse elettorali tra cui la restituzione dell’IMU sulla prima casa. Non entro nel merito se ciò sia fattibile o meno – il proponente si è già qualificato da sé da molto tempo -, ma mi pare opportuno sottolineare come l’IMU, e con essa le altre tasse locali, venga restituita ai propri concittadini anche e sopratutto attraverso le biblioteche (l’unico servizio comunale veramente per tutti).

Come? si chiederà qualcuno.

Prestito di libri gratuito, prestito di audiovisivi gratuiti, spesso servizi di connessione Internet gratuiti…

Utilizzare bene la biblioteca e sfruttarne le possibilità aiuta, senza ombra di dubbio, l’economia famigliare. Basti pensare a quanto possono valere in euro i libri o gli audiovisivi presi in prestito: qualche esempio?

  • Quanti euro può costare il noleggio, presso un qualsiasi negozio, di cinquanta film all’anno? 150 euro?
  • E comprare dieci libri? 150/200 euro?
  • Navigare con Internet a consumo? 30 euro al mese?

Se tutti imparassero la strada che conduce alla biblioteca ne scoprirebbero i reali benefici economici (e non solo), e aiuterebbero le strutture meno efficienti a organizzarsi e potenziarsi. Allora, sì, saremmo certi di vederci restituire l’IMU fino all’ultimo centesimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...