Uomini che credete di amare delle dee… attenti!


Tempi duri per coloro che sono convinti di amare delle dee… Fate tesoro di ciò che succedeva nell’antichità…

“Crudeli siete, o dei, e invidiosi più di tutti gli altri: voi che impedite alle dee di giacere con uomini mortali apertamente, se una si procura un caro sposo. Così quando Aurora si prese Orione, tanto lo perseguitaste, voi dei che avete facile vita, finché Artemide la casta lo raggiunse nell’isola Ortigia con le sue miti frecce e lo uccise. E così quando Demetra dalle belle chiome si unì con Iasone dentro un maggese arato tre volte, in un letto d’amore, cedendo alla propria voglia, non restava a lungo, Zeus all’oscuro della cosa: e l’amazzò, il giovane agricoltore cretese, colpendolo con il fulmine abbagliante”.

Omero, Odissea, Canto V, traduzione di Giuseppe Tonna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...