… e la terra tremò! Cronache del passato / 2


La scorsa volta, ho riportato due passi di Salimbene da Parma che descriveva, con il suo stile cronachistico, fenomeni naturali come non era ricordo alcuno per i tempi addietro. Lo stesso autore, poche pagine più avanti, ci descrive il terremoto di Bressa del 1222.

E nel medesimo anno, il giorno della Natività del Signore Gesù Cristo, ci fu un violento terremoto nella città di Reggio, nel mentre che messere Nicolò vescovo di Reggio, predicava nel Duomo di Santa Maria. E questo terremoto si avvertì per tutta la Lombardia e la Toscana. Ed era detto comunemente el terremoto de Bressa, ché ivi si fé sentire più forte. E i bresciani uscivano dalla città e dimoravano fora nei padiglioni, per tema che gli edifici cadessero addosso. E molte case, torri e castella crollarono per via di quel sommovimento. E si erano i Bresciani così abituati a quel tremolare che, quando cascava un pinnacolo di qualche torre o casamento, guardavano in su e con alte grida se la ridevano.

Nota di colore a parte, sembra di rileggere quanto appena accaduto in terra di Emilia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...