C’è BRUMA in biblioteca a Brugherio (Mb)


Ricevo e volentieri segnalo.

BRUMA 2012: TRE INCONTRI CON GLI SCRITTORI SULLA FELICITÀ
OSPITI D’ECCEZIONE:

  • ERMANNO CAVAZZONI,
  • FULVIO ERVAS,
  • LETIZIA MURATORI

NOVITÀ 2012: L’INCONTRO SUL GIORNALISMO
CON FAUSTO BILOSLAVO

“BRUMA parole in movimento da Mantova a Brugherio” è un progetto a cura della giornalista e scrittrice Camilla Corsellini, promosso dal Comune di Brugherio e dalla Biblioteca Civica di Brugherio con il contributo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Si tratta di un ciclo di quattro appuntamenti con l’autore in programma tra ottobre e novembre (23 e 30 ottobre, 6 e 13 novembre 2012). Un’iniziativa che la biblioteca di Brugherio ha concepito come un “dopofestival” del Festivaletteratura di Mantova per offrire un’opportunità in provincia di incontrare grandi nomi della letteratura.

A BRUMA non presentiamo libri: presentiamo scrittori. Raccontiamo per intero la bibliografia di un autore per scoprire i segreti della nascita dei suoi libri e il loro rapporto con la realtà. Un’occasione rara per i lettori di scoprire gli scrittori alla luce della loro biografia letteraria.

Tema delle sesta edizione di BRUMA è la felicità. Tre incontri con gli autori nazionali che usano nella scrittura la lente dell’ironia, che hanno scoperto la comicità nella tragedia e scintille di gioia nella quotidianità. A completare l’iniziativa è un evento speciale dedicato a giovani e giornalismo a cura dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Il 23 ottobre alle 21 incontreremo Ermanno Cavazzoni, lo scrittore emiliano, autore di romanzi e racconti tra i più originali della letteratura italiana contemporanea in cui il comico è sempre la facciata di una disperazione segreta, leggerà brani tratti da “Guida agli animali fantastici” e da altri suoi celebri scritti.

Il 30 ottobre alle 21 scopriremo Fulvio Ervas, l’autore veneto è autore di libri gialli surreali e venati d’ironia e dell’emozionante caso letterario dell’anno: “Se ti abbraccio non avere paura”, storia straordinaria di vita e viaggio di un padre e del figlio autistico.

Il 6 novembre alle 21 celebreremo la scrittrice romana Letizia Muratori, romanziera di stampo classico, ma di argomenti e linguaggio moderni, capace di creare storie e personaggi indimenticabili e di mostrare attraverso la commedia le inquietudini dell’età moderna.

EVENTO SPECIALE “GIOVANI E GIORNALISMO”

Il 13 novembre alle 18, Fausto Biloslavo, il celebre inviato di guerra, verrà intervistato dai colleghi giornalisti in un incontro dedicato ai giovani, a cura dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Tutti gli incontri, a ingresso libero, si terranno presso la biblioteca di Brugherio ( MB) in via Italia 27. Per informazioni: 0392893400/410 biblioteca@comune.brugherio.mb.it

BIOGRAFIE OSPITI

Ermanno Cavazzoni è nato a Reggio Emilia nel 1947. Si è laureato in Filosofia all’Università di Bologna nel 1972. Vive a Bologna, dove è ricercatore in Estetica presso il dipartimento di Filosofia dell’Università. Autore di romanzi e racconti tra i più originali della letteratura italiana contemporanea nel 1987 ha pubblicato “Il poema dei lunatici”(Bollati Boringhieri), che ha dato luogo alla collaborazione con Federico Fellini per la sceneggiatura del suo film “La voce della luna”. In seguito ha pubblicato “Le tentazioni di Girolamo” (Bollati Boringhieri) e il romanzo rivelazione “Cirenaica”(Einaudi). È autore degli scherzi letterari de “I sette cuori”( Bollati e Boringhieri) e della straordinaria raccolta di racconti “Vite brevi di idioti”( Feltrinelli). In “Gli scrittori inutili”(Feltrinelli) affronta con ironia il tema della scrittura. “Storia naturale dei giganti” è un falso trattato accademico su un mondo mitologico. I suoi titoli più recenti sono “Il limbo delle fantasticazioni”(Quodlibet) e, nel 2011, “Guida agli animali fantastici”(Guanda), bestiario immaginifico reinventato con il particolare linguaggio dello scrittore .

Fulvio Ervas nasce a Musile di Piave nel 1955. Si laurea in Scienze agrarie, con una tesi sulla “Salvaguardia della mucca Burlina”. Il suo primo romanzo, “La lotteria” esce nel 2001 presso l’editore Marcos y Marcos che pubblicherà in seguito tutti i suoi romanzi. Nel 2006 con “Commesse di Treviso” l’autore crea uno dei più curiosi e divertenti investigatori della pagina scritta, l’ispettore Stucky, mezzo persiano e mezzo veneto. Questo personaggio gli ha ispirato “Pinguini arrosto”, “Buffalo Bill a Venezia”, “Finché c’è prosecco c’è speranza” e “L’amore è idrosolubile”. Nel 2007 scrive insieme alla sorella Luisa il giallo surreale ambientato in Portogallo “Succulente”. Lo scrittore insegna scienze naturali e di questo racconta nel suo romanzo “Follia docente”, pubblicato nel 2009. Oggi Ervas vive vicino a Treviso con la famiglia e un numero crescente di animali domestici. Il suo ultimo libro, “Se ti abbraccio non avere paura”, nato dall’incontro dello scrittore con il padre di un ragazzo autistico e la scoperta della loro straordinaria esperienza di vita e viaggio, è stato il caso letterario del 2012.

Letizia Muratori è nata a Roma nel 1972. Scrittrice e giornalista, si occupa di cinema. Nel 2004 il suo primo racconto, “Saro e Sara”, viene pubblicato nell’antologia “Ragazze che dovresti conoscere” (Einaudi Stile libero Big).Nel 2006″Tu non c’entri” (Einaudi Stile libero Big), narrazione divertente e poetica sull’adolescenza è il libro che rivela il suo talento di romanziera.

Nel 2007 esce “La vita in comune” (Einaudi Stile libero Big 2007) in cui l’autrice racconta il disfacimento di una famiglia borghese. Dal 2008 inizia a pubblicare con Adelphi . Il primo titolo è “La casa madre” (2008), commedia corrosiva che mostra il mondo adulto visto dagli occhi dei bambini . “Il giorno dell’indipendenza” (2009) vince nel 2010 il Premio Roma. In “Sole senza nessuno”(2010) Muratori propone il ritratto di una donna e delle sue solitudini . Il suo ultimo libro, “Come se niente fosse”(2012), racconta di una scuola di lettura tenuta da una scrittrice e del rapporto controverso tra lettori e scrittori.

Fausto Biloslavo è nato a Trieste nel 1961. È un giornalista di guerra. All’età di ventun’anni, nel 1982, ha seguito la Guerra del Libano come fotografo freelance ed è stato l’unico a immortalare il leader palestinese Arafat in fuga da Beirut. Un anno dopo, insieme ai colleghi Almerigo Grilz (morto nel 1987 in Mozambico mentre filmava tra le file di ribelli finanziati dal Sudafrica una cruenta battaglia), e Gian Micalessin, con i quali condivideva sia la passione politica sia quella per il “giornalismo d’avventura”, ha fondato Albatross Press Agency, agenzia giornalistica che ha realizzato servizi – sia scritti che filmati – in gran parte delle aree del mondo interessate da fenomeni bellici o rivoluzionari: Iran, Cipro, Libia, Sudan, Uganda, Angola, Filippine e Afghanistan. L’agenzia ha venduto servizi a grandi emittenti televisive internazionali, in particolare anglosassoni. In Italia, nonostante i pregiudizi che accompagnavano allora chiunque fosse vicino al MSI-DN, Albatross è riuscita a farsi strada in prestigiose testate quali, ad esempio, Panorama e il Tg1. Nel 1988 Biloslavo viene arrestato a Kabul da agenti governativi sovietici; rimane in carcere per sette mesi, riuscendo a rientrare in Italia solo grazie all’intervento diretto del Presidente della Repubblica, Cossiga. Biloslavo scrive per Il Giornale, Il Folio e Panorama, collabora con Gente, Radio 24 e i telegiornali Mediaset. Il suo ultimo libro è del 2007: “Gli occhi della guerra” (emme&emme).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...