1828: già esisteva il permesso di soggiorno


Il passo è tratto da: Salvatore Abbate Migliore, Guida per Palermo, 1828. Un vademecum per coloro che volevano visitare il regno. Ebbene, nel 1828, esisteva già il permesso di soggiorno per muoversi da una provincia all’altra e senza di esso spostarsi nel regno delle Due Sicilie poteva essere pericoloso: c’era il carcere.
Permesso di soggiorno. — La necessità di mantenere una esatta Polizia nella capitale, e di non lasciarvi dimorare persona capace di turbare la tranquillità pubblica e la sicurezza particolare; e per allontanare gl’inconvenienti che possono risultare a danno della giustizia dalle facilità che hanno i delinquenti di celarsi allo sguardo delle Autorità e della forza per mancanza di un documento che giustifichi l’identità della persona; un sovrano regolamento obbliga che chiunque avrà bisogno, sia estero, sia suddito del Re delle Due Sicilie, di muovere da una provincia per passare in un’altra, dovrà provvedersi di una carta detta di passaggio. Tale carta avrà la durata di mesi 4 e porterà la indicazione del nome, cognome, patria, età, condizione, non che i connotati di colui che la richiederà. Verrà in Palermo rilasciata dal Prefetto di Polizia, e nei Capo-luoghi di Provincia e di Distretto dagl’Intendenti e dai Sotto-Intendenti. Negli altri Comuni dal Sindaco col visto del regio giudice del circondario. Il dritto della carta medesima è determinato, pei nobili, proprietarî, negozianti, e persone di civile condizione a grana 30 siciliani, e pei contadini, vetturali, artigiani a grana 10, rilasciandosi gratuitamente ai pastori, bracciali, ed agl’indigenti. Il latore della carta di passaggio dovrà farla vistare dalle Autorità di Polizia locali. 1o Nel giungere al luogo pel quale la carta è stata accordata. 2o Nel ripartirne, indicandosi il Comune ove voglia dirigersi. 3o Nel corso del viaggio dimorando per più di 48 ore in un Comune intermedio. Niun dritto potrà pretendersi per tali visti. I regî sudditi o gli esteri, che dalle provincie di Sicilia vorranno recarsi in quelle continentali, e viceversa, non avranno bisogno di altra carta, bastando quella di passaggio. I trasgressori al presente regolamento saranno puniti colla detenzione di uno a dieci giorni, o coll’ammenda di Polizia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...