Autori dimenticati (dall’editoria contemporanea): Francesco Mastriani


La lapide (con vena polemica)

Francesco Mastriani (1819-1891), celebre per la sua Cieca di Sorrento, autore assai fecondo e definito da Benedetto Croce uno scrittore per la gente semplice («letto un po’ da tutti all’infuori della gente letterata»), è oggi praticamente scomparso dal mercato editoriale.

Persino wikipedia gli dedica una pagina piuttosto corposa ed elenca ben 87 romanzi pubblicati (6 postumi) dal Nostro.

Ecco i titoli reperibili su ibs (dubito se ne trovino altri in giro):

  • La cieca di Sorrento
  • Amori e delitti dei briganti Cipriano e Giona La Gala. Romanzo storico del brigantaggio
  • Il bettoliere di Borgo Loreto
  • Sangue e orrore. Tra i «Misteri» di Parigi e Napoli
  • La poltrona del diavolo

Mancano all’appello un’ottantina di romanzi. Tra qualche anno (ne mancano ancora 7) sarà il bicentenario della nascita. Troveremo un editore lungimirante che avrà voglia di riprendere l’opera di Mastriani? Lui sosteneva, con il romanzo I vermi, di essere l’inventore del naturalismo e di aver preceduto addirittura Emile Zola…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...