Il profumo dei libri proibiti. L’urlo disperato di un compratore di libri insoddisfatto.


Ieri pomeriggio ero alle prese con uno dei tanti momenti bibliotecari dedicati all’acquisto, quando mi è capitato sotto il naso l’ennesimo romanzo con nel titolo “libri proibiti”.

Ora capisco la necessità degli editori di fare cassa e che con le assonanze è più facile vendere un prodotto, ma non è il caso di cominciare a cambiare registro?

  • La città dei libri proibiti – Harper Tom, 2011, Newton Compton
  • La bottega dei libri proibiti – Roca Eduardo, 2012, Mondadori
  • Il monastero dei libri proibiti – Garrido Antonio, 2010, Sperling & Kupfer
  • La rilegatrice dei libri proibiti – Starling Belinda, 2009, Neri Pozza

E vogliamo parlare dei libri profumati?

  • Profumo di spezie proibite – Basil Priya, 2012, Piemme
  • Il profumo della rugiada all’alba – Danticat Edwidge, 2012, Piemme
  • Il profumo del pane alla lavanda – Addison Allen Sarah, 2011, Sonzogno
  • Il profumo della sabbia e del vento – Bianco Piera, 2011, Mercurio
  • Il profumo dei fiori in Iraq – Jiji Jessica, 2011, Newton Compton
  • Il profumo del tè e dell’amore – Neill Fiona, 2011, Newton Compton
  • Il profumo delle foglie di limone – Sánchez Clara, 2011, Garzanti Libri

Ci manca solamente un

  • Il profumo dei libri proibiti…

——————————————————————-

Il nuovo romanzo di Gabriele Prinelli
AVANTI E INDIETRO ovvero la congiura dei sagrestani – Loquendo editrice

——————————————————————-

Il Cane del santo di Gabriele Prinelli
Romanzo E-book completamente gratuito (pdf, epub e mobi) e DRM-free
Clicca qui per scaricare il libro digitale per il tuo e-reader
Advertisements

4 thoughts on “Il profumo dei libri proibiti. L’urlo disperato di un compratore di libri insoddisfatto.

  1. sì, titoli come specchietti per.. eccetera. peccato perché talvolta dietro un titolo cretinamente ammiccante può celarsi una buona lettura

  2. HAHAHAHAHA…..Lele……concordo assolutamente……per non parlare dei titoli con “Gli ingredienti”, “Le ricette” e ammiccamenti gastronomici vari 😀

  3. “Il profumo dei libri proibiti…” carina 😀

    ma questi libri parlano dei “libri proibiti” o è solo un titolo come un altro?

    L’utilizzo di assonanze sensoriale nei titoli è in voga da un po’ di tempo. Secondo me è per richiamare la poesia nella vita delle persone moderne, perchè non inserire una felicità fatua anche in letteratura!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...