MLOL e il divario digitale


Il Logo MLOL

Ho 39 anni e rischio di essere definito un “bibliotecario-cerbero, talvolta raffinatissimo intellettuale autoconfinatosi nella trincea degli scaffali, talvolta semplice energumeno, kapò di un piccolo potere da doganiere dei libri…”.

La definizione è tratta da questo articolo (cliccate qui) che vi propongo di leggere, dove si sostiene che la Biblioteca è ormai in casa… e che la biblioteca tradizionale è ormai antica.

Ho deciso allora di seguire l’invito e svecchiarmi: mi scaricherò un e-book dalla piattaforma MLOL (che va di moda).

Premetto che sono piuttosto alfabetizzato computeristicamente parlando.

Seguirò queste istruzioni proposte dalla piattaforma: http://www.medialibrary.it/pagine/pagina.aspx?id=130#focus2

Nell’ordine:

  • Cerco di capire come ottenere un ID adobe
  • Scarico il programma richiesto.
  • Ho Linux Ubuntu e non è compatibile (COMPLIMENTI).
  • Passo al Pc Windows.
  • Lo attivo con la ID ottenuta (incorciamo le dita).
  • Il libro che vorrei non è disponibile… ne scarico un altro che mi interessa meno, giusto per provare.
  • Finalmente scarico.

Posso finalmente leggere? No.

  • Ci vuole il programmino giusto per gestire il drm per i prodotti Apple. Cerchiamolo. Ora attacchiamo i dispotivi ad Itunes per il trasferimento (intanto il tempo impiegato è pari a una lettura di almeno 30 pagine).
  • Ora voglio trasferirlo sul mio ebook reader (Sony 650). Per fortuna scopro che è compatibile.
  • Evviva!

E’ vero siamo agli albori e in futuro tutto sarà più semplice, ma io vi domando, cari colleghi, quanti dei nostri utenti, attualmente, sono in grado di ottenere un autoprestito così organizzato? E in futuro? La biblioteca tradizionale è nata per vincere le divisioni sociali… qui invece, al momento, la divisione sociale si trasforma in divario digitale…

Per concludere: il futuro del libro è senza dubbio alla porta, ma non è ancora entrato 🙂

——————————————————————-

Il Cane del santo di Gabriele Prinelli
Romanzo E-book completamente gratuito (pdf, epub e mobi)
Clicca qui per scaricare il libro digitale per il tuo e-reader
Annunci

2 thoughts on “MLOL e il divario digitale

  1. per essere onesti il problema non è di mlol ma di adobe e dei produttori di ebooks che creano un sacco di complicazioni per il prestito dei libri digitali. … se io acquisto da itunes scarico e leggo senza altri passaggi. Poi ci sono i vari plug in da installare. Mlol non certifica OSX ma in realtà funziona tutto anche su OSX. Il divario digitale non credo sia questo, semmai sta nella mancanza di accesso a internet in molte parti d’Italia (anche in scuole che hanno la LIM e non l’Adsl..). Ci sono molte persone – di ogni età – che non sanno cercare un libro su un opac o su un catalogo cartaceo e qui il divario è culturale. Credo che comunque MLOL sia un grande passo avanti.

  2. Il problema come dice Gabriele (mio omonimo) sono senza dubbio i drm. Aggiungo pero’ che la biblioteca in casa (come si legge nell’articolo postato) me la porta in casa MLOL, non Adobe…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...