Il Welfare? In biblioteca… succede negli Usa


Inserisco un collegamento a questo interessante articolo pubblicato da Il Sole 24 ore di Antonella Agnoli: http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2011-11-18/homeless-biblioteca-132836.shtml?uuid=AazSwbME

Il succo dello scritto penso possa essere riassunto così: Perché negli Stati Uniti la biblioteca è diventata una “ancora di salvezza”? Perché in un Paese dove la rete di welfare è minima, milioni di famiglie in difficoltà non hanno altro posto dove rivolgersi per ottenere servizi essenziali come l’indennità di disoccupazione o l’iscrizione nelle liste per ottenere un lavoro, delle pratiche ormai possibili solo on line.

Anche in Italia ci apprestiamo (probabilmente) a una sforbiciata dello stato sociale. Forse è il caso che cominiciamo anche noi a studiare soluzioni simili. Per le biblioteche potrebbe essere l’occasione, non solo di ripensare al loro ruolo, ma anche di penetrare maggiormente nelle nostre città che spesso ci vedono (sbagliando) come luoghi per pochi eletti.

Per leggere l’articolo in versione integrale, cliccate sul link sopra riportato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...