Notizie bibliotecarie da… depressione


"Ingresso" della biblioteca

Fonte 1: http://www.corrierediragusa.it/articoli/attualit%C3%A0/modica/13509-dopo-anni-traslocano-i-libri-della-biblioteca-comunale.html

Fonte 2: http://www.sicilianews24.it/index.php?option=com_content&view=article&id=44055:modica-settimana-della-cultura-biblioteca-comunale-ancora-chiusa&catid=418

Modica, provincia di Ragusa, non è un borgo sperduto tra i bricchi, ma una cittadina di oltre 55.000 abitanti della nostra bella Sicilia. Gli articoli, di cui sopra trovate il collegamento, ci danno un quadro desolante della situazione bibliotecaria nella città.

La biblioteca ricca, a quanto pare, di 30.000 volumi “è in deposito, da oltre tre anni, presso l’ex Palazzo delle Poste di Corso Umberto in attesa di un nuovo trasferimento a Palazzo Moncada, attualmente in fase di ristrutturazione”.

Si legge ancora che ” i dipendenti bibliotecari, seppur presso locali provvisori, sono disponibilissimi, aiutati anche “on-line” dal Sistema Bibliotecario e Archivistico della Provincia di Ragusa, ad aiutare a ricercare i testi richiesti”.

Le difficoltà, però, non mancano: “Le condizioni in cui sono stati tenuti libri, riviste, giornali e materiale cartaceo non è stata delle migliori anche perché i locali sono stati poco aerati; inoltre la approssimativa sistemazione ha impedito che gli utenti avessero accesso facilmente ad un testo alla luce delle difficoltà da parte del personale addetto alla biblioteca di individuare i libri se non a costo di una ricerca molto attenta ed accurata“.

In questi giorni, finalmente diremmo tutti insieme, è cominciato il trasloco verso la nuova sede, ma apprendiamo dalla stampa che è iniziato perché: “Il trasferimento dei libri si è reso necessario per liberare gli spazi dell’ex palazzo delle Poste visto il progetto dell’amministrazione di adibire l’immobile a sede degli uffici comunali delle entrate“.

E la biblioteca? Ci sarà… “nel momento in cui l’immobile (Palazzo Moncada) sarà fruibile ed aperto al pubblico”.

Non stupiamoci, poi, se l’Istat ci dice quello che ci dice…

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...