469 lettura finita (53/V anno) – Il venditore di reliquie di Claudio Fait


Claudio Fait, Il venditore di reliquie

Lettura di febbraio 2011

Finalmente un libro fuori dal coro. Un solista con buona voce e preparato, oltretutto. Storico e divertente, ben costruito ed equilibrato tra le sue parti. Claudio Fait tira fuori dal cilindro una storia surreale e allo stesso tempo probabile con tanto di morale: la storia di popolani creduloni che, prendendo conoscenza che il credere può far moneta, passano dagli spennati a improbabili spennatori. Consigliato.

Voto: 9,5/10

Incipit

Incominciò così, che suo padre, nel campo chiamato “Bus dei Gobi”, che potrebbe essere tradotto in “Buco dei gobbi” se lui usasse pronunciarlo senza cesure, cioè “busdeigobi”, che, invece, non significa nulla, rivoltando la terra trovasse un osso, lì, a due passi dal torrente dal quale attingeva l’acqua per annaffiare le verze e i cavolfiori.

Ite missa est

… una tempesta, uno scontro con le navi inglesi, forse, o chissà cos’altro.

Plus

Stile di scrittura, ricco e non banale.

Minus

Nulla.

Trama

Anno 1736, in un campo non lontano da un minuscolo borgo istriano un contadino dissotterra un osso di straordinarie dimensioni che, per queste caratteristiche e per altri inspiegabili fenomeni, è giudicato miracoloso, e perciò catalogato da una commissione patriarcale come “vero femore” di San Cristoforo, il gigante tradizionalmente raffigurato mentre guada un fiume col bambino Gesù sulla spalla. Le speranze degli abitanti del borgo di ricavare dalla scoperta sostanziosi benefici grazie all’immancabile afflusso di pellegrini e penitenti, vengono frustrate dalla decisione del vescovo di espropriarli dell’osso a favore di una chiesa locale e del suo astuto prevosto. Il sopruso, esacerbato dagli eventi miracolosi che in effetti, di lì a poco, paiono propiziati dalla reliquia, inducono i delusi, prima, a tentare di rapirla, poi, appagati dall’imprevisto rinvenimento nel medesimo luogo di un vero e proprio ossario, a organizzare un simoniaco commercio dei reperti anatomici del santo. Potrebbe sembrare che tutto proceda per il meglio: le vendite hanno successo, i miracoli sembrano accadere, le chiese s’arricchiscono, i contadini pure. Sennonché un insieme di circostanze, a cui danno un contributo le furbesche sceneggiate di un pope ortodosso e i crescenti dubbi di uno scienziato svedese, corrodono certezze acquisite, mettono in luce imbrogli e malefatte, ma, al tempo stesso, preludono a una scoperta sensazionale.

Schede dei libri

Autore: Fait, Claudio
Titolo: Il venditore di reliquie. Operetta morale dove si dimostra come talvolta le cattive azioni facciano il bene della scienza
Pubblicazione: Roma : Robin, 2010
Descrizione fisica: 183 p. ; 20 cm
Collezione: La biblioteca del tempo
Numeri:    ISBN – 9788873716327
Nomi: Fait , Claudio

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Discutiamone insieme sul forum

Advertisements

One thought on “469 lettura finita (53/V anno) – Il venditore di reliquie di Claudio Fait

  1. Pingback: Tweets that mention 469 lettura finita (53/V anno) – Il venditore di reliquie di Claudio Fait « Quaderno di un bibliotecario -- Topsy.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...