Idee inglesi per salvare le biblioteche (potremmo farle diventare azioni italiane)


La biblioteca di Highgate "epicentro" della rivoluzione inglese

Da questo articolo (http://www.europaquotidiano.it/dettaglio/124522/non_toccate_le_biblioteche_siamo_inglesi) è partita una piccola ricerca sulle biblioteche del regno britannico anch’esse minacciate dai tagli. Numerose rischiano la chiusura.

Per niente persi d’animo, i nostri colleghi inglesi hanno protestato in maniera creativa, raggiungendo un insperato successo (visto che se ne parla anche in Italia).

Ma vediamo cosa hanno fatto. Da questa pagina (http://www.cilip.org.uk/get-involved/advocacy/public-libraries/Pages/savelibrariesday.aspx) Save libraries days (lo scorso 5 febbraio) traggo una sorta di vademecum dell’attivista bibliotecario (anche utente).

Pare che il successo maggiore l’abbia avuto il motto: «Qualunque sia il costo delle nostre biblioteche, il prezzo da pagare è comunque minore rispetto a quello di avere una nazione ignorante» appeso un po’ ovunque e nelle maniere più strampalate.

Altre forme di mobilitazione sono state:

  • Incoraggiare gli utenti a prendere in prestito tutto quanto poteva starci sulla loro tessera.
  • Trovare testimonials (padrini) per la manifestazione.
  • Letture nel formato flashmob negli spazi esterni delle biblioteche.
  • Un I love libraries tour (visitare quante più possibili biblioteche in una sola giornata).
  • Un sit-in notturno (noi la chiameremmo occupazione) di una biblioteca a rischio chiusura.
  • Tutta una serie di mobilitazione web raggiungibile dalla pagina sopra indicata.

Insomma, mobilitare e responsabilizzare il loro (nostro popolo).

Annunci

3 thoughts on “Idee inglesi per salvare le biblioteche (potremmo farle diventare azioni italiane)

  1. questo commento potrà sembrare molto pessimista, ma io credo che in italia non si sappia o non si voglia dare un valore alla cultura e alle nostre biblioteche. Così come c’è poco spazio per la lettura nella vita di giovani e giovanissimi.
    Il nostro governo fa troppo poco per incrementare il valore del nostro patrimonio librario,anche scoraggiando l’interesse di tante persone, come me, che vorrebbero poter lavorare in una biblioteca e contribuire attivamente alla diffusione della cultura!
    Tuttavia, credo che sia necessario prendere esempio dagli inglesi, come anche dei tedeschi, che, a differenza di noi, sanno “vendere” e tutelare le loro “bellezze”…

  2. Invece di dare sempre la colpa ai governi,diciamo le nostre di colpe,io sono un gran lettore e in casa mia oltre ai libri di vario genere ci sono anche molte riviste delle materie che interessano a mè,fotografia,auto,viaggi.
    Ma se andiamo nella metà delle case italiane non si vede nemmeno l’ombra di libri o di riviste e questo è dovuto al fatto che sia i giovani che gli anziani hanno perso interesse nella lettura,forse perchè assillati da altri problemi.

  3. Io la butto li. In un passato ho sempre subito il fascino della biblioteca e ci ho passato intere giornate ma da quando lavoro, per me la biblioteca e’ diventata un luogo negato. Gli orari di apertura e di chiusura di parecchie biblioteche anche quelle vicine all’ufficio prevedono le chiusure nell’orario di pranzo e l’apertura al pubblico e’ quella degli uffici e quindi o prendo un permesso per andare in biblioteca o nulla, nemmeno al sabato sono aperte.
    Chiaramente le biblioteche cui faccio riferimento io sono quelle di paese e le minori di una città come Roma, però alla fine la mia biblioteca me la sto creando da 13 anni in casa, perche’ non posso usufruire di quella pubblica per i motivi citati. Ben vengano le manifestazioni per la cultura e le biblioteche aperte la domenica (magari!!) però a parte i vari eventi, ma per il resto dell’anno per me rimane sempre un luogo negato…
    cia’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...