La libreria (misteriosa) di Silvio


In uno dei suoi recenti inteventi televisivi (la Ruby) il nostro PdC parla innanzi ad una libreria. Mi son chiesto, allora, ma cosa legge? O per lo meno che libri ha in casa, studio o ufficio?
Mi sarei aspettato un festival di Mondadori, una rutilante enciclopedia sull’Unità d’Italia (per il 150 anni), la rassegna integrale dei libri di Vespa… Nulla di tutto ciò. Ma vediamo insieme.

Degli oltre 10 filmati visti, in nessun caso sono riuscito a carpire un titolo.
Libreria reale o posticcia?

Intanto ciò che mi colpisce è la collocazione cromatica: bianchi (1), enciclopedia (2), paglierini (3)

Panoramica della libreria

Partcolare 1

Particolare 1 bis

In alto a sinistra ed in basso a destra abbiamo una serie di 3 tomi apparentemente uguali. Opera in più volumi? Tre libri identici?

Al centro (sul ripiano alto) sembra esserci una serie di opuscoli.

Particolare 2

L’enciclopedia sembra avere i volumi numerati (a sinistra) mentre quelli coperti dalla lampada no.

Particolare 3

I volumi paglierini hanno il titolo in costa (a destra) mentre quelli sotto la lampada mi pare di no.

Insomma, con i miei scarsi mezzi non sono riuscito a sogliere il mistero.
Voi che dite: una vera libreria oppure sono volumi stile Ikea (mi perdono il colosso svedese) messi lì per far scena?
Aspetto il vostro parere e se le avete qualche immagine più nitida.

Interessante punto di vista di ilpost.it: http://www.ilpost.it/2011/01/20/la-libreria-di-berlusconi/

Enrico ci segnala: “enciclopedia dovrebbe essere “enciclopedia del novecento” quelli sotto i libri “fondazione lorenzo valla” i colori appaiono più chiari di quelli reali ma suppongo un filtro video”.

Marco ci segnala questo sito che vende libri fini di colore bianco: http://www.mauridummyarticles.com/

QUI PROVIAMO A SVELARE IL MISTERO

Advertisements

20 thoughts on “La libreria (misteriosa) di Silvio

  1. In effetti, ero curiosa anche io vedendo i filmati….non riesco neppure io a riconoscere i titoli….e ho pensato pure io ai libri dell’Ikea HAHAHAHAHAHAHAHA

    cmq non li ha messi lui, secondo me, ma ha incaricato un architetto per la scelta dei colori e della disposizione…..

    Quando non si ha nulla da fare….

    HAHAHAHAH

    • Beh in tanto quelli dell’IKEA sono veri eh…io ci ho fatto caso e ho aperti diversi, in diversi punti del negozio a Bologna ed erano tutti veri! libri in svedese ma veri! Mi piace molto questa vostra inchiesta sui libri delle librerie di B. 😉

  2. Devo essere un po’ “malata” anche io se, guardando (per pochi minuti, neh…. altrimenti i miei neuroni protestano!!) il video del Silvio mi sono messa a guardare DIETRO per vedere i titoli dei libri….!!!!
    Si aprono varie domande: quale casa editrice pubblica tutti sti libri bianchi?? Jaca Book, intanto….. ma sinceramente non ce lo vedo a leggere l’opera omnia di von Balthasar….
    E cmq l’ipotesi che siano di polistirolo e cartone mi sembra ancora la più attendibile.
    D’altronde: mica può perdere tempo a leggere, con tutto quello che c’ha da… fare!!

  3. Ciao collega!
    mi chiedo: perché cercare qualcosa di vero in un personaggio che è interamente costruito?
    Comunque grazie per il tuo post, mi ha fatto sorridere.
    Buona giornata!

    Ste’

  4. enciclopedia dovrebbe essere “enciclopedia del novecento”
    quelli sotto i libri “fondazione lorenzo valla”

    i colori appaiono più chiari di quelli reali ma suppongo un filtro video

  5. secondo me il video è stato girato in un set costruito in studio come per gli spot pubblicitari. Quindi colori e disposizione dei libri sono studiati dallo scenografo ed i libri sono probabilmente finti.

  6. Potrebbero essere libri antichi. Conosco svariate edizioni del 1500 rilegate con pelli di pecora, robe così, che hanno un caratteristico color crema. In generale, i libri antichi non presentano scritte sulla costa. Oppure, Ikea a manetta!

  7. Pingback: Top Posts — WordPress.com

  8. I libri della fondazione Valla sono di tutt’altro colore e i volumi antichi legati in pergamena o pelle varia sono diversi gli uni dagli altri (a meno di non venire da una stessa collezione o essere stati legati in uno stesso momento) e generalmente ben riconoscibili. Propendo per una libreria in cui non far capire nulla e sparare un effetto bianco-giglio-purezza per salvarsi il posteriore da qualunque ulteriore critica. Insomma, una libreria inesistente che Borges avrebbe saputo descrivere….

  9. liberi di credermi o no, ma sono stato in quella stanza (quella della libreria bianca). i libri sono tutti veri, la stanza ne è piena ( non penso che abbia problemi ad avere dei libri) e non sono la cosa piu interessante che vi si puo trovare.
    la disposizione è anteriore all’uso televisivo.
    tuttavia alcune piccole correzioni vengono fatte prima della registrazione dei messaggi, basate quasi esclusivamente su considerazioni cromatiche,nessun libro a costa scura tra quelli chiari o viceversa. per quel che riguarda i titoli, c’é la consapevolezza che risulteranno illeggibili nella registrazione.
    altrimenti penso che verrebbe fatta attenzione anche a quello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...