461 lettura finita (46/V anno) – Madame Sylvandire di Alexander Dumas


Madame Sylvandire di Alxander Dumas

Lettura di gennaio 2011

Dieci e lode. Un libro che mi ha tenuto inchiodato fino all’ultima pagina. Bramavo l’ultima riga per leggere la conclusione della storia. Un Dumas in forma in questo romanzo dove troviamo gli “antenati” del Conte di Montecristo e dei Tre moschettieri. Avvincente, un colpo di scena dietro l’altro, senza mai essere eccessivo. Eccellente lettura anche per ragazzi, oltretutto con “dimesioni ragionevoli”. Unica pecca l’edizione Donzelli: dal prezzo stratosferico (25 euro).

Voto: 10/10

Plus

Tutto.

Minus

Nessuno.

Quale lettore?

Dai 14 anni in su.

Incipit

In un’opera ben più seria di quanto la presente abbia la pretesa di essere, abbiamo spiegato in qual modo la nobiltà di Francia venne sistematicamente depauperata da tre uomini: Luigi XI, Richelieu, Roberspierre. Luigi XI abbattè i gran vassalli, Richelieu decimò i gran signori, Roberspierre falcidiò l’aristocrazia.

L’Ite Missa est

… sono ancora citati con il paradigma delle unioni.

Trama

Roger Tancrède d’Anguilhem, giovane nobile di provincia, prende la via di Parigi in groppa al suo fedele destriero Christophe a caccia di un’eredità inattesa e controversa. A quel denaro è appesa l’unica possibilità di sposare la bella Constance, la cui famiglia, ben più ricca e potente della sua, non aveva esitato a metterlo alla porta. Inizia così la rocambolesca avventura del cavaliere d’Anguilhem, che da un piccolo paese si ritrova catapultato nella rutilante vita della capitale francese, nel momento del suo massimo fulgore.
Fra duelli, sotterfugi, partite di pallacorda e guasconate, il quindicenne campagnolo scopre quanto affascinante e al tempo stesso ingannevole sia quel mondo cui non appartiene e dal quale è irresistibilmente attratto. Nel vortice della vita parigina Roger incontra colei che in fatto di inganni ne sa una più del diavolo, Sylvandire, un’ammaliante macchinatrice che non ci penserà due volte a spedirlo alla Bastiglia… E poi, vietato raccontare il seguito, col rischio di bruciare il piacere di lasciarci catturare e sorprendere dai rapidi rovesci narrativi congegnati da un grande maestro della penna.
Pubblicato nel 1842, e qui proposto per la prima volta in traduzione italiana, Madame Sylvandire possiede già tutti gli ingredienti del migliore romanzo dumasiano. Una sorta di laboratorio in cui Dumas sperimenta, affina e tempra gli arnesi che adopererà a piene mani e con la forza del suo genio in quel capolavoro dell’arte del racconto che sono I tre moschettieri. Tra un’avventura e l’altra, il lettore si divertirà a scovare, disseminate nella fitta e avvincente trama dell’opera, alcune delle trovate e delle invenzioni narrative del Dumas più amato e conosciuto.

Scheda del libro

Autore: Dumas, Alexandre <pere>
Titolo: Madame Sylvandire / Alexandre Dumas ; traduzione di Gaia Panfili
Pubblicazione: Roma : Donzelli, [2008]
Descrizione fisica: XI, 354 p. ; 22 cm
Note Generali: Prima traduzione italiana dell’ed. francese curata da Claude Schopp
Numeri:    ISBN – 9788860362544
Nomi: Dumas , Alexandre <pere>
Panfili, Gaia
Altri titoli collegati: [Titolo originale] Sylvandire.
Classificazione:     843.7 – NARRATIVA FRANCESE, 1815-1848

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Dumas Alexander

Dumas su IL QUADERNO

L’e-book

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...