385 lettura finita (48/IV anno) – Il terrazzo della Villa Rosa di Maria Orsini Natale


Il terrazzo della Villa Rosa di Maria Orsini Natale

Lettura di luglio 2010

Maria Orsini Natale ha una prosa felisicissima, elegante, equilibrata, ricca e non banale. Musica alle orecchie del lettore. Certo impegna. Ti chiede attenzione, non una lettura distratta. Mescola la rassegnazione tipica dei romanzi del meridione d’Italia con paesaggi di una suggestione struggente. Insomma dipinge, canta soavemente, sparge profumi: incanta. Da leggere!!!

Voto: 9, 5/10

Incipit

Dopo il piccolo borgo, uno dei tanti sparsi sotto il viola della montagna, lì era l’antica costruzione settecentesca, vivida rosata. A un sol piano, ma lata, i balconi spiegati; non appena si aggirava il poggio dei tre pini e la macchia di ginestre e lava, allora appariva: barocca, lirica, spuntava all’improvviso nel rustico della campagna come un sonoro attacco d’organo.

Trama

Un terrazzo vesuviano rallegrato dal sole e dall’odore dei limoni, con il vulcano che si erge splendido e minaccioso alle sue spalle, è il palcoscenico su cui una colorita folla di personaggi vive le sue storie d’amore e di amicizia. In questo scenario fiorisce l’idillio prima radioso e poi tragico di Nicola e Ghisella, al quale s’intrecciano i fili di altre vicende ora grottesche ed ora drammatiche, come quella del giovane Vittorino sorpreso a letto con la cognata, o la lite tra il guappo e il barbiere Giosuè, la delusione dell’antifascista Michele all’arrivo degli anglo-americani, il tradimento della bellissima Rosa costretta dai vicini a rinsavire…

Ex libro

E c’erano assi di legno con distese di fusilli ad asciugare, fatti a mano da donna Carmelina ‘a fusellara, la suocera di Mauriello il ciclista, una donna ancora fresca e sempre attiva, i pendenti di corallo in perpetuo dondolio ai lobi degli orecchi. E, nell’alternarsi delle stagioni, frutta a seccare. In quel maggio, coperte da rustico velo a trama larga, c’erano albicocche del vulcano, ‘e mmaggese, quelle che, dorate come il sole, fiammeggiavano le sue terre e lo racconatavano. Senza la copertura di velo, invece, i tavolati con le melanzane, amare alle mosche, ma le più saporite, ‘e ppaisane, che arrivavano dalle masserie del Fruscio. Primaticce sotto le pagliarelle, annunciavano le altre, quelle più asciutte del luglio e dell’agosto. (Capitolo 2)

Lasciali stare quelli dell’Alta Italia. So’ brava gente, sempre in mezzo alla nebbia, e sono poco invidiosi. Loro devono lavorare una vita intera, essere fortunati, vincere un terno al lotto per venire qua a godersi il sole, e noi ci siamo nati. Sul nostro bilancio, all’attivo tu questo lo devi contare. Il clima ci fa cortesi e naturalmente allegri, e se noi abbiamo un privilegio di luogo e di temperamento, loro si arrogano un privilegio di giudizio. E la conclusione dev’essere l’accordo delle coscienze, un risolvimento armonioso a giusto delle cose. L’Italia è lunga, Giosuè, l’Italia è lunga, la latitudine delle sue regioni è diversa, cerchiamo di essere assennati: in una famiglia non sono uguali tutti i figli,  ma sempre fratelli sono, e tra fratelli mai l’insofferenza delle fazioni! E’ un veleno che attossica, che può chiamare alla rovina. (Capitolo 17)

Scheda del libro

Autore: Orsini Natale, Maria
Titolo: Il terrazzo della villa rosa / Maria Orsini Natale
Edizione: 3. ed
Pubblicazione: Cava de’ Tirreni : Avagliano, 2001
Descrizione fisica: 179 p. : 1 ritr. ; 20 cm.
Collezione: I tornesi
Numeri:    ISBN – 88-86081-74-X
Nomi: Orsini Natale, Maria

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Maria Orsini Natale

Il Vesuvio

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...