365 lettura finita (28/IV anno) – La messa di nozze di Federico De Roberto


Lettura di maggio 2010

Terribile. Raramente una lettura mi è costata tanta fatica. Lento, macchinoso, ripetitivo. Se voleva che il protagonista risultasse piagnone e noioso c’è riuscito in pieno. Decisamente una pessima lettura. Letto in formato digitale.

3/10

Incipit

Alle tre, quando la campana annunziò la fine della lezione, il professore Domenico Perez non lasciò liberi, come avrebbe dovuto, i suoi discepoli. Spiegava da due ore un atto dell’Edipo Re e non voleva interromperlo. Dominando con la voce ferma e severa i moti d’impazienza della classe, andò avanti per un’altra diecina di minuti, sino alla fine; poi pronunziò la frase sacramentale:
– Basterà per oggi.
Appena uscito nel corridoio, in compagnia degli alunni più diligenti che gli rivolgevano ancora domande intorno alle cose udite, si vide accostare da Baldassare,  il bidello.

Trama

Bertini ama una donna sposata con il marito, militare e inglese, perennemente all’estero. Lei e’ disponibile a separarsi, infatti è sposa in un paese dove è ammesso il divorzio, ma lui non vuole essendo contrario all’unione attraverso il matrimonio. Al ritorno del marito la donna torna tra le braccia del coniuge. Bertini, affranto, le propone la separazione e si rende disponibile a sposarla. Ma lei ha deciso invece di unirsi, secondo le leggi italiane, al suo legittimo consorte.

Scheda del libro

Autore: De Roberto, Federico
Titolo: La messa di nozze ; Un sogno ; La bella morte / Federico De Roberto
Edizione: Nuova ed
Pubblicazione: Milano : Treves, c 1911, stampa 1936
Descrizione fisica: 253 p. ; 17 cm
Nomi: De Roberto,  Federico

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Federico De Roberto

Federico De Roberto su Il quaderno di un bibliotecario

Il testo integrale

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

2 thoughts on “365 lettura finita (28/IV anno) – La messa di nozze di Federico De Roberto

  1. Non direi che la lettura di questo romanzo breve sia stata pesante. Utilizza chiaramente un linguaggio per noi non immediato e ci vuole un po’ di attenzione per apprezzarlo al meglio, ma, superato questo scoglio, personalmente ho trovato la storia coinvolgente. Ci racconta di abitudini e di tempi per noi lontani, ma la vicenda è sufficientemente ambigua e interpretabile in molteplici modi tanto da risultare moderna, soprattutto nel tratteggiare le reazioni del protagonista, delineandone l’umanità e le sfumature del carattere. Soprattutto svelandone l’anticonformismo superficiale e una certa incapacità di vivere pienamente e intensamente, che spesso è un atteggiamento che ci accomuna tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...