332 lettura finita (64/III anno) – Le meraviglie di Milano di Bonvesin della Riva


Le merviglie di Milano di Bonvesin della Riva

Le merviglie di Milano di Bonvesin della Riva

Nostalgia! E’ il sentimento che mi ha accompagnato più a lungo leggendo questo libro. Una cronaca / descrizione di Milano alla fine del ‘200. Una città viva, produttiva, ribelle, mai doma. Insomma poi non tanto lontano da quella che è ancora oggi. Ma è una città d’acqua, ricca di fascino, cintata inserita in un contesto agricolo bucolico. E qui siamo agli antipodi. I milanesi hanno buttato via, letteralmente, quella che emerge essere una Venezia in piena pianura. Avessimo ancora i navigli e i giochi d’acqua di quel tempo… che bella città. Una bella traduzione. Leggere per scoprire.

Voto: 8,5/10

Incipit

Chi vuole conoscere le meraviglie di Milano avrà in questo facile libro una guida sicura. A tutti gli uomini uniti nella fede, ai quali perverrà questo scritto, frate Bonvesin da la Riva, della città di Milano, auguro salute e pace nel Signore; a tutti gli altri egli augura che, per grazia dell’Onnipotente, pervengono dall’errore alla via dritta.

Trama

Opera di straordinario interesse scritta in latino intorno al 1288, “De magnalibus Mediolani” non è una cronaca ma un”‘esaltazione della città”: un genere letterario piuttosto diffuso nel Medioevo che proprio con Bonvesin acquista caratteristiche del tutto nuove. Al tradizionale encomio retorico si affianca infatti una più concreta dimostrazione argomentativa, basata su dati materiali ricavati in parte da cronache medievali e dalla “Stona dei Longobardi” di Paolo Diacono, ma soprattutto dall’osservazione e da una minuziosa indagine sul campo. In ciascuno degli otto capitoli in cui è divisa t’opera Bonvesin si dedica a dimostrare l’eccellenza di Milano sotto un diverso profilo, e nella sua indagine si fa accompagnare dal lettore in lungo e in largo per la città e il contado, a incontrare la gente, a vedere luoghi, edifici, attività, oggetti. In questo modo, il “De magnatibus” si rivela una preziosissima fonte per la conoscenza della Milano del Duecento e, più in generale, delle città italiane nella delicata fase di passaggio fra il Comune e la Signoria. Singolare anche la vicenda dell’opera, misteriosamente scomparsa dalla scena letteraria nel corso del Quattrocento e considerata irrimediabilmente perduta fino alla fine dell’Ottocento, quando a Madrid ne venne rinvenuto casualmente un manoscritto.

Scheda del libro

Autore: Bonvesin : de la Riva
Titolo: De magnalibus Mediolani / Bonvesin da la Riva ; traduzione di Giuseppe Pontiggia ; introduzione e note di Maria Corti
Pubblicazione: Monza : Biblioteca italiana per i ciechi, 2004
Descrizione fisica: 2 v. ; 30 cm
Note Generali: Trascrizione a caratteri tipografici ingranditi, condotta sull. ed.: Milano : Bompiani, 1992
Testo orig. nel v. 1
Comprende: 2 / Bonvesin da la Riva
1 / Bonvesin da la Riva
Nomi: Bonvesin : de la Riva
Corti, Maria <1915-2002>
Pontiggia, Giuseppe
Altri titoli collegati: [Titolo parallelo] Le meraviglie di Milano
Paese di pubblicazione: ITALIA
Lingua di pubblicazione: italiano , latino

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Bonvesin de la Riva

Discutiamone insieme sul forum

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...