300 lettura finita (32/III anno) – Il cappotto di astrakan di Piero Chiara


Il cappotto di astrakan di Piero Chiara

Il cappotto di astrakan di Piero Chiara

Lettura del dicembre 2008

Con Chiara ti siedi comodo in poltrona e ti fai avvolgere dalla sua scrittura. Le pagine scivolano veloci e la storia prende forma dinnanzi ai tuoi occhi. Bello stile davvero, pare di vederlo l’autore lì vicino a te che ti guarda con un sorriso sornione. Racconta una piccola storia facendola diventare grande.

Voto: 9/10

Incipit

Verso la fine d’aprile del millenovecentocinquanta, non avendo trovato dalle mie parti e non pensando di trovare neppure in latri luoghi vicini, o per dir meglio in Italia, il terreno favorevole alla nuova vita che durante la guerra mi ero proposta per il caso che fossi scampato, pensai di portarmi a Parigi, senza programmi di alcun genere e solo per viverci qualche mese.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera

In una Parigi e dintorni all’inizio degli anni Cinquanta, fra strade, piazze, boulevards, caffè, alberghetti e pensioni, il protagonista si muove con l’ingegnosità e la goffagine di un provinciale alla ricerca di qualcosa che lo guidi nel futuro. E non si accorge, se non quando è tardi, di venire avvolto progressivamente in una tela di ragno, che due donne, l’una all’insaputa dell’altra, stanno tessendo intorno a lui per irretirlo e farne il sostituto della persona amata che entrambe hanno perso, l’una il figlio, la’ltra il fidanzato: due uomini che – complice il cappotto di astrakan – potrebbero, per sovrapposizione, diventare uno solo.

Scheda del libro
Autore: Chiara, Piero
Titolo: Il cappotto di astrakan : romanzo / Piero Chiara
Edizione: 5. ed
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 1979
Descrizione fisica: 190 p. ; 21 cm.
Collezione: Scrittori italiani e stranieri
Nomi: Chiara, Piero

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Piero Chiara

Il Film

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

2 thoughts on “300 lettura finita (32/III anno) – Il cappotto di astrakan di Piero Chiara

  1. In una prima lettura (5-6 anni fa) avevo sottovalutato questo libro. Negli anni ho sempre pensato “possibile che non mi sia piaciuto tanto?”. A fronte del tuo commento mi toccherà rileggerlo

  2. Lo stile, la descrizione dei paesaggi, degli ambienti e, soprattutto, delle persone, dei loro caratteri e delle loro debolezze e contraddizioni,gli improvvisi capovolgimenti delle situazioni verso soluzioni inaspettate, il volgere del destino, le circostanze, apparentemente casuali, tutto questo, e molto più, caratterizza il genio del grande Piero Chiara, a mio avviso uno dei più grandi scrittori italiani del ventesimo secolo…il suo capolavoro rimane il romanzo “Vedrò Singapore?” una storia quasi autobiografica, che narra, con fantasia del montaggio e realismo della cornice, le peripezie e le disillusioni di un ventenne, appena assunto come impiegato in uno sperduto distaccamento del Ministero di Grazia e Giustizia nei primi anni Trenta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...