295 lettura finita (27/III anno) – Il Mandarino di Josè Maria de Eca De Queiroz


Il Mandarino di Josè Maria de Eca De Queiroz

Lettura del novembre 2008

Altra lettura nata per puro caso… scelto stavolta per la sua dimensione ridotta in un periodo che non ho molto tempo per leggere. Si è dimostrato anche in questo caso una piacevole sorpresa. Divertente, ben scritto e soprattutto ben tradotto, e con una morale moderna. Mai avventurarsi all’estero senza informarsi sugli usi e i costumi dei popoli che si vanno a visitare. Invece Teodoro, come uno sprovveduto turista per caso” dei giorni nostri parte convinto che tutti siano come noi.

Voto: 8,5/10

Incipit
Mi chiamo Teodoro e fui scrivano al ministero degli Interni. In quel tempo abitavo in via della Concezione numero 106, nella pensione della signora Augusta, la brillante signora Augusta, vedova del maggiore Marques.

Contenuto

Il racconto prende le mosse da un popolare quesito etico: “Agli estremi confini della Cina esiste un Mandarino più ricco di tutti i re di cui narrano la favola e la storia. Di lui non conosci nulla: né il nome, né il sembiante, nè la seta di cui si veste. Perchè tu possa ereditare i suoi immensi capitali, basta che suoni il campanello al tuo lato, su di un libro. Egli esalerà soltanto un sospiro, ai confini della Mongolia. Sarà allora un cadavere: e tu avrai ai tuoi piedi più oro di quanto possa sognarne la cupidigia di un avaro. Tu che mi leggi e sei un uomo mortale, suonerai il campanello?”.

Scheda del libro
Autore: Queiros, Jose Maria Eca : de
Titolo: Il mandarino / Eca de Queiroz ; a cura di Paolo Collo ; prefazione di Luciana Stegagno Picchio
Pubblicazione: Firenze : Passigli, c2004
Descrizione fisica: 123 p. ; 19 cm.
Collezione: Le occasioni
Numeri: ISBN – 88-368-0869-7
Nomi: Queiros, Jose Maria Eca : de Collo, Paolo

Ex libro

Non l’ho mai detto ad alta voce, né lo scritto sui giornali per non scontentare i pubblici poteri, incaricati di mantenere il rispetto per tali enti; ma che esistano questi due personaggi antichi come la materia, rivali bonaccioni, che si fanno l’un l’altro dei graziosi dispetti, uno con la nivea barba e la tunica azzurra, vestito come l’antico Giove, e che abita i cieli luminosi, circondato da una corte più complicata di quella di Luigi XIV; e l’altro fuliginoso e scaltro, ornato di corna, che abita tra le fiamme infernali, in una borghese imitazione del pittoresco Plutone… non ci credo.

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Josè Maria de Eca De Queiroz

Discutiamone insieme sul forum

One thought on “295 lettura finita (27/III anno) – Il Mandarino di Josè Maria de Eca De Queiroz

  1. Anche io ho trovato questo racconto meravigliosamente scritto: divertente senza essere sciocco, profondo senza essere pedante, morale senza mai cadere nel moralismo. Perció, vorrei segnalarti uno dei romanzi piú celebri dello stesso autore, Eça de Queiroz: Il crimine di Padre Amaro, che é un ironico, brillante, amaro romanzo anti-clericale di fine ottocento, tutto pettegolezzi di comari di villaggio e massime teologico-filosofiche di curati e notabili di campagna, in eterna e cocciuta lotta fra di loro. Ti diró, in stretta confidenza, che, da quando ho scoperto Queiroz, questo autore é diventato uno dei miei autori di gran lunga preferiti. Ora, mi rendo conto che questa notiziona non sconvolgerá la tua vita né allevierá le tue pene, ma se non la scrivo qua, dove diavolo la scrivo? Bacio le mani. Un saluto da un collega in esilio.
    Luca, Frankfurt am Main.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...