292 lettura finita (24/III anno) – Ashenden o l’agente segreto di W. Somerset Maugham


Ashenden di W. Somerset Maugham

Ashenden di W. Somerset Maugham

Lettura del novembre 2008

Non è certamente una lettura travolgente e ricca di colpi di scena. Tuttavia è un libro piacevole, scritto con bravura e una vena ironica che accompagna tutti i racconti anche i più tragici. E’ presentato come fosse un romanzo, ma in realtà sono un insieme di racconti che spaziano sia nella geografia sia nel tempo. L’atmosfera dei racconti per molte cose mi ricordano le avventure di Bond… che Fleming abbia preso spunto da Maugham?

Voto:8/10

Incipit
Questo libro è basato sulle mie esperienze nel Servizio Informazioni britannico durante la Grande Guerra, rielaborate e fini narrativi. La realtà è una novelliera mediocre: comincia una storia a casaccio, generalmente molto prima dell’inizio, procede tra divagazioni incongrue, e termina lasciando una quantità di cose in sospeso, senza una conclusione.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera
Benché a differenza di molti suoi colleghi non ne abbia mai fatto mistero, pochi sanno che W. Somerset Maugham è stato a lungo un agente segreto al servizio di sua Maestà Britannica, e non di secondo piano, se lo scopo del suo viaggio nella Russia del 1917 era, lo dice lui stesso, “impedire lo scoppio della rivoluzione bolscevica e mantenere il paese in guerra”. Nella realtà, sempre un po’ più brutale della sua rievocazione, Maugham era stato spedito a Lucerna sotto copertura, la copertura essendo un necessario periodo di isolamento da dedicare alla scrittura di una commedia. Nella Svizzera di quegli anni, assai più vivace rispetto alla sua iconografia corrente, il materiale narrativo certo non mancava: lo spettro del comunismo si aggirava per l’Europa, e i fantasmi degli imperi, estinti e sopravvissuti, continuavano con altri mezzi la guerra appena conclusa. Così, appena smessa l’uniforme virtuale, Maugham si inventò una delle sue controfigure più celebri: Ashenden appunto, scrittore come lui, come lui di stanza nella Confederazione, e come lui atterrito in parti uguali dagli intrighi internazionali, dagli agenti nemici, dalle perversioni burocratiche dei propri compatrioti, e dagli inquilini più imprevedibili del continente europeo: gli elvetici. Il che spiega come mai queste storie di spie, per quanto ritoccate e reinventate, abbiano un’altissimo tasso di verosimiglianza, e un altrettanto formidabile potenziale di commedia.

Scheda del libro
Autore: Maugham, W. Somerset
Titolo: Ashenden, o L’agente inglese / W. Somerset Maugham ; traduzione di Franco Salvatorelli
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2008!
Descrizione fisica: 277 p. ; 22 cm.
Collezione: Biblioteca Adelphi ; 528
Numeri: ISBN – 9788845923050
Nomi: Maugham, W. Somerset
Salvatorelli, Franco
Altri titoli collegati: [Titolo originale] Ashenden Altri titoli collegati: [Variante del titolo] L’ agente inglese.
Classificazione: 823.912 – NARRATIVA INGLESE, 1900-1945

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Somerset Maugham

Discutiamone insieme sul forum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...