216 lettura finita (86/II anno) – Maigret si confida di Georges Simenon


Maigret si confida di Georges Simenon

Fine lettura 11 aprile 2008

Maigret ricorda. A Cena da amici comincia il racconto di un caso dei tempi passati che lo ha visto protagonista. Maigret ha capito, Maigret sa ma, la società, come spesso accade ha bisogno di un colpevole costi quel che costi. Anche condannare a morte un innocente. E’ una Maigret che rimpiange di non aver saputo fare di più. Un commissario insolitamente “legato” dai lacci dello stato e della burocrazia. Uno dei peggiori Maigret letti finora.

Voto: 6/10

Incipit
La cameriera posò la torta di riso in mezzo alla tavola rotonda e Maigret fece uno sforzo per assumere un’aria al tempo stesso sorpresa e beata, mentre la signora Pardon, arrossendo, gli lanciò un’occhiata maliziosa.
Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
È una notte interminabile, lunga come una vita, quella in cui si decide il destino di Adrien Josset, patron di una prospera industria farmaceutica, la Josset & Virieu. Il padre della sua segretaria-amante, la giovane, fresca, scialba Annette, lo ha accusato di aver gettato il disonore sulla famiglia e ha preteso una pronta riparazione. E poche ore dopo, rientrando nella quiete elegante di Auteuil, ha trovato – così almeno sostiene – il corpo senza vita della moglie, sgozzata e trafitta da ventuno colpi di pugnale. Ma forse il suo destino si era deciso già anni prima, quando, squattrinato aiuto-farmacista, aveva sposato Christine Lowell, libera, disinvolta, capricciosa ed enormemente ricca. Sì, forse è stato quel “passage de la ligne” a decidere del suo destino – e a perderlo. Perché ora lo “smart set” che ha sempre giudicato Christine “adorabile” malgrado la sua inclinazione per l’alcol e i barbiturici e le schiere di “protetti” di cui si circondava, e lui tutt’al più “un bravo ragazzo” malgrado l’innegabile talento e il successo, non ha esitazioni: Josset l’usurpatore, Josset l’infiltrato, Josset l’ambizioso senza scrupoli non può che essere il colpevole. E, quel che è più grave, ne è convinto anche il giudice Comélieu. Questione di casta, no? Adrien può contare solo su Maigret.

Scheda del libro
Autore: Simenon, Georges
Titolo: Maigret si confida / Georges Simenon ; traduzione di Margherita Belardetti
Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2007]
Descrizione fisica: 152 p. ; 20 cm
Collezione: Gli Adelphi ; 311
Note Generali: Pubbl. precedentemente con il tit.: Una confidenza di Maigret
Numeri: ISBN – 9788845921667

Collegamenti utili per capire meglio il libro

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...