190 lettura finita (60/II anno) – Le forbici di Solingen


Le forbici di Solingen di Roberto Pazzi

Inizio lettura 30 gennaio 2008 – Termine lettura 1 febbraio 2008

Opera narrativa da leggere con pazienza. Questo romanzo non si presta ad una lettura veloce e distratta. Pretende attenzione. Musicalmente parlando è come ascoltare Bach… il contrappunto pretende che tu l’ascolti e basta. Non puoi fare altro. Così questo libro va letto in solitudine, senza tv o radio di sottofondo: disturbano in questo caso (sensazione rara per il sottoscritto). Forse si può considerare un romanzo di formazione. Romanzo di formazione, però, fuori dai canoni. Non adolescenza e gioventù, ma formazione di un bambino che diventerà poi giovane e adulto (ma questi ultime due età non ci saranno raccontate). Il racconto del bambino è filtrato dall’autore, che scrive con il senno di poi, dando alla narrazione quel tocco di malinconia e ironia delle cose perdute. Biografia? Va oltre la semplice biografia. Penso che molti coetanei dell’autore si riconoscano in ciò che Roberto Pazzi scrive. Mi pare più storia di un’epoca. Ma anch’io, che sono di una generazione diversa, ho avuto l’impressione di riconoscere le emozioni e le sensazioni descritte. Le forbici del titolo vorrebbero tagliare il cordone ombelicale che lega il protagonista alla quotidianità, alla famiglia e alla sua città di pianura. Quel mondo gli va stretto. Ma, come nel libro, nel momento in cui dovrebbero recidere (caso? volontà?), vengono dimenticate sul cassettone. Il libro è ben scritto. La narrazione scorre tranquilla, senza scossoni, sembra di vedere, tra amici, un album di vecchie fotografie in bianco e nero, al più color seppia, quel colore che il tempo stende sui nostri ricordi. Da leggere, con pazienza, ma da leggere.

Voto: 9/10

Incipit
Molti anni fa, in un piccolo paese della Liguria nacque, una calda domenica d’agosto, un bambino. La creatura, con la pelle chiara e i lineamenti regolari e distesi, fu portata in giro per i “carruggi” del paese, in mostra a parenti e amici.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Ferrara e La Spezia sono il doppio scenario di una formazione spiata dalla nascita, nell’immediato dopoguerra, fino alla prima conoscenza di sé nell’adolescenza, negli ultimi anni cinquanta. Fin dall’attacco il gioco dell’invenzione e della memoria offre pagine di grande godibilità in una scrittura sospesa tra ironia, fiaba e psicologia. E’ la famiglia piccolo borghese l’osservatorio di un’Italia anni cinquanta protesa a risorgere dalle distruzioni della guerra. Nelle piccole vicende di casa il bambino filtra le grandi trasformazioni della storia in un dissacratorio confronto tra i grandi di casa e i Grandi della Storia. Un’autobiografia dell’infanzia di un futuro scrittore come lente di ingrandimento della città e dei suoi abitanti.

Scheda del libro
Autore: Pazzi, Roberto
Titolo: Le forbici di Solingen / Roberto Pazzi
Pubblicazione: Ferrara : Corbo, [2007]
Descrizione fisica: 180 p. ; 21 cm.
Numeri: ISBN – 88-8269-050-4 ISBN – 9788882690502

Collegamenti utili per capèire meglio il libro

Breve scheda sull’autore

L’editore

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...