182 lettura finita (52/II anno) – Il più grande uomo scimmia del Pleistocene di Row Lewis


Il più grande uomo scimmia del pleistocene

Inizio lettura 12 gennaio 2008 – Termine lettura 14 gennaio 2008

Come scritto nella prefazione di questo libro, forse poco conosciuto, ma considerato un cult, è un romanzo di fantascienza. Siamo nel pleistocene, l’uomo scimmia ha appena comniciato a vivere eretto e a terra, abbandonando la vita sugli alberi, ed è colto dal dilemma. Vivere secondo natura facendosi dominare dalla madre terra o diventare dominatore. La storia delle grandi scoperte che hanno fatto dell’umanità qual’è oggi; lo scontro tra Zio Vania che incarna il conservatore, e papà Edward il visionario scienziato ante tempore che è per il progresso a tappe forzate. Il libro, umoristico, mi ha messo a disagio per tutto il tempo… e quando un libro ti fa sentire fuori posto è un buon libro, anche se magari non ti piace. Difficile da giudicare.

Incipit
Quando i venti soffiavano forte da nord, spifferando gelidi che la grande cappa di ghiaccio continuava la sua avanzata, noi ammucchiavamo tutte le nostre riserve di legna e fascine davanti alla caverna e facevamo un gran fuoco, convinti che per quanto a sud si fosse spinta stavolta, fino in Africa, addirittura, noi eravamo perfettamente in grado di affrontarla e vincerla.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
La narrazione è affidata al figlio Ernest, cronista attento e minuzioso (Roy Lewis è – ricordiamo – principalmente giornalista) e intorno a lui ruotano i familiari tra cui spiccano Oswald, William e le zie Mildred, Aggie e Nellie, nomi inglesissimi che fanno di questi personaggi parodia di una petulante “middle class” inglese trasferita con la tecnica dell’anacronismo nella Preistoria e con sarcasmo postcoloniale proprio in Africa. Zio Vania si differenzia dagli altri protagonisti non soltanto per il suo nome di origine slava e il suo collegamento intertestuale con un noto personaggio di Cechov, ma per le sue idee conservatrici assolutamente contrarie a qualsiasi forma di evoluzione; in un dibattito riconducibile all’opposizione binaria natura vs progresso ripete la sua argomentazione come un ritornello “Davvero, stavolta l’hai proprio fatta grossa, Edward ” e Edward, paladino dell’evoluzione, difende ogni volta a spada tratta ciò che scopre o inventa. Al lettore è lasciato il compito, se lo ritiene opportuno, di riflettere su tematiche anche serie ma sempre alleggerite da una scrittura ironica.

Scheda del libro
Autore: Lewis, Roy
Titolo: Il piu grande uomo scimmia del Pleistocene / Roy Lewis ; traduzione di Carlo Brera
Edizione: 2. ed
Pubblicazione: Milano : Adelphi, 1992
Descrizione fisica: 178 p. ; 22 cm.
Collezione :  Fabula
Numeri: ISBN – 88-459-0880-1

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Analisi del libro 

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...