180 lettura finita (50/II anno) – L’olandese volante di Richard Wagner


L'olandese vonate di Richard Wagner

Inizio lettura 10 gennaio 2008 – Termine lettura 11 gennaio 2008

Prosegue la mia ricerca sulle origini dell’olandese volante. Si tratta proprio del libretto dell’omonima opera di Richard Wagner che contribuì a riportare in auge questa discussa e popolare leggenda nord europea. E’ difficile dare un giudizio sul libretto di un’opera pertanto mi limiterò a dire che, nonostante tutto (avete mai letto il libretto di un’opera? Di solito non sono capolavori nemmeno quando firmati da grandi poeti), la lettura è stata abbastanza piacevole. Non cercavo del resto una grande libro, cercavo solo informazioni su questa leggenda e direi che questo è un buon punto di partenza.

Trama. Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Scritto attorno al 1840 e rappresentato nel 1843, L’Olandese volante (o Il vascello fantasma) può essere considerato il primo dei grandi drammi wagnenani, sia per l’impianto musicale che per la decisa svolta in direzione del mito, dopo gli incerti esiti del grand-opéra storico, il Rienzi. Rielaborando una leggenda popolare riscritta pochi anni prima da Heine, Wagner vi inserisce uno dei temi fondamentali della sua successiva produzione, quello della redenzione, della forza sovrumana dell’amore che riesce a infrangere il dettato divino della punizione eterna. Condannato a vagare eternamente tra i mari per il suo peccato d’orgoglio – e tra i suoi “antenati”, oltre all’ebreo errante Ashavero si intravedono potentemente i grandi colpevoli di hybris, a iniziare da Ulisse – l’Olandese viene strappato al suo destino dal sacrificio di Senta, che volge le spalle a un felice matrimonio “borghese” per amarlo a prezzo della propria vita e dunque salvarlo, risolvendo il dramma in un finale di morte e trasfigurazione che suscitò le ire di Friedrich Nietzsche. Come le altre sue versioni wagneriane, risalenti agli anni Venti ma ancora oggi per molti versi insuperate, la traduzione di Guido Manacorda riesce a fondere il rispetto del senso letterale del testo con il mantenimento dei suoi valori poetici. Un sobrio commento dà modo al lettore di penetrare i significati dell’opera anche nella sua articolazione musicale, mentre un altrettanto misurato apparato di note riporta le non molte varianti del testo propriamente letterario rispetto a quello dello spartito teatrale.

Scheda del libro
Autore: Wagner, Richard <1813-1883>
Titolo: L’ olandese volante (Il vascello fantasma) / Richard Wagner ; a cura di Guido Manacorda
Edizione: Rist. in tutto conforme all’orig
Pubblicazione: Firenze : Le lettere, \1997!
Descrizione fisica: XV, 128 p. ; 19 cm
Collezione : l nuovo melograno ; 33
Note Generali: Trad. italiana a fronte
Ripr. facs. dell’ed. del 1921
Numeri: ISBN – 88-7166-193-1
Bibliografia Nazionale – 98-10594

Collegamenti utili per capire meglio il libro

La leggenda

Richard Wagner

L’opera

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...