162 lettura finita (32/II anno) – L’imbroglio del turbante di Serena Vitale


L'imbroglio del turbante di Serena Vitale

Inizio lettura 27 novembre 2007 – Termine 1 dicembre 2007

Originale. Ben scritto. Soprendente. Ma… Mansur chi era costui? Uno, nessuno oppure centomila? L’autrice è abilissima ad utilizzare le fonti, le dispone in maniera originale, le fa parlare e poi… la sorpresa. Particolarmente brillante la prima parte con il susseguirsi incessante delle fonti, una dietro l’altra, con pochissimi commenti e uno stile secco quasi cronachistico ma sempre con un sorriso d’ironia sulla punta della penna. Un bel saggio. Da provare.

Voto: 9,5/10

Incipit
Quando Dio divise la terra tra i popoli, venne organizzato un grandissimo banchetto per ringraziarlo. Alcuni arrivarono in ritardo. Dio, compatendoli, regalò loro la porzione di mondo che aveva riservato per sè: il Caucaso.

Trama Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Negli anni che precedono di poco la Rivoluzione francese dalle terre cecene si leva la predicazione di un misterioso “Sheykh Mansur” (“il Vittorioso”), nuovo profeta-guerriero che chiama alle armi contro i russi. Mentre schiere di “montanari” raggiungono il suo esercito da tutto il Caucaso, l’Europa segue con attenzione le vicende di Mansur, il giovane “Pastor Vittorioso” di cui le formidabili armate di Caterina II non riescono ad aver ragione. La sua guerra santa può mettere a rischio la fragile pace tra l’Impero ottomano e quello russo, sconvolgere l’intero assetto europeo. Di Sheykh Mansur – avvistato tra i monti nativi ma anche sulle rive del Mar Nero e del Mar Caspio, nella Piccola e nella Grande Tartana – scrivono diffusamente alcune gazzette italiane. Nel 1786 riferiscono una voce clamorosa: Mansur sarebbe in realtà un rinnegato di origine piemontese, Giovanni Battista Boetti, vissuto nei territori dell’attuale Iraq come missionario domenicano, poi a Costantinopoli come medico; di lui dal 1781 si è persa ogni traccia. Era lui il “Fanatico”, il profeta di un nuovo Islam puro e combattivo? Con tenacia filologica e gusto della narrazione, Serena Vitale segue tra Europa e Asia le straordinarie storie incrociate dell’italiano e del ceceno trasportandoci da un villaggio caucasico alla Corte di Pietroburgo, dal Serraglio di Costantinopoli ai “paradisi sotterranei” degli archivi di due continenti.

Scheda del libro
Autore: Vitale, Serena
Titolo: L’ imbroglio del turbante / Serena Vitale ; Disegni di Vladimir Novak
Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2006
Descrizione fisica: 400 p. : ill. ; 22 cm.
Collezione : Scrittori italiani e stranieri
Numeri: ISBN – 88-04-51219-9

Ex libro
A proposito della poligamia

Se una sola padrona di casa mena sovente lo scompiglio, e mette in croce, per così dire, il pover’uomo che v’incappò, chi potrebbe immaginarsi il soqquadro e il trambusto che molte femmine vi porterebbero tra loro a guisa di galli iracondi ognora in battaglia e in atto ancora di garrire e di brontolare? Capitolo 8. L’arcifanfano.

Collegamenti utili per capire meglio il libro

Il sito dell’autrice

Recensioni del libro

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...