159 lettura finita (29/II anno) – Il saio nero di Robb Candace


Il saio nero di Robb Candace

Inizio lettura 20 novembre 2007 – Termine lettura 24 novembre 2007

Sicuramente migliore rispetto al romanzo precedente. I personaggi sembrano più reali (a mio modo di vedere stona ancora il personaggio di Christiana), l’intreccio storico (forse troppo “intrecciato” ma del resto tenuto conto della complessità storica degli utlimissimi anni del ‘200 in Scozia non poteva essere diversamente) è ben amalgamato con la finzione e tutto sommato si lascia leggere. Difetti: manca un pò il “giallo” (un pò scontato il finale), troppo lunga la parte centrale del romanzo che ne rallenta non di poco la storia e a tratti (soprattutto nella prima parte) una cattiva traduzione e cura nell’edizione (esempi: pag.95: C’erano più carne e pesce di quanta Celia avesse mai mangiato in un’intera settimana, per non dire in un’intera giornata, da quando era partita da Dunfermline. Pag.112: Ora va’ da Celia e da James. Non la prenderebbe bene sapendo che te ne sei andata senza salutarlo). Attendiamo il preannunciato seguito.

Voto: 7,5/10

Incipit
Era prossima la mezzanotte, eppure la luce del crepuscolo indugiava ancora sulle marcite che si stendevano tra il convento di Elcho e il fiume Tay. Risuonavano, sullo sfondo, i gracidii e i richiami delle creature della notte; davanti rumoreggiavano e sciabordavano le acque del Tay e del Willowgate che confluivano sotto l’isola di Friarton.

Trama Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
Scozia, 1297. Arroccati nel castello che domina Edimburgo, gli invasori inglesi vigilano saldamente sulla città. Gli abitanti rimasti, scampati all’assedio iniziale e alle periodiche rappresaglie, vivono nel terrore e non osano dar voce al malcontento, se non al sicuro delle loro abitazioni o tra il fumo e il frastuono della taverna di Murdoch Kerr, l’unica ancora aperta. È lì che la giovane Margaret, nipote dell’oste, tende l’orecchio per carpire notizie utili alla causa dei ribelli. Sono passati mesi da quando, ingenua e ignara del pericolo, è giunta nella capitale dal nord della Scozia per cercare il marito scomparso, e ora ha deciso di diventare una spia in nome della libertà del suo paese. Quando il vecchio Will, avventore abituale della taverna, muore dopo una delle sue proverbiali sbornie, sono in pochi a dar peso alla vicenda; dopotutto, era solo un povero ubriacone. Ma Margaret è insospettita dal colpo violento che l’uomo ha subito alla testa e dalle parole sibilline pronunciate prima di spirare, a proposito di una porta aperta in cui avrebbe cercato riparo. Forse non è un caso che, quella stessa notte, qualcuno si sia introdotto nel sotterraneo della taverna e abbia frugato tra i documenti lì nascosti. E che, a distanza di chilometri, la stessa intrusione sia avvenuta nella casa del padre di Margaret, in quella del marito, e nella cella del convento dove si è ritirata in preghiera la madre della ragazza.

Scheda del libro
Autore: Robb, Candace
Titolo: IL saio nero : thriller medievale / Candace Robb
Pubblicazione: Casale Monferrato : Piemme, c2007
Descrizione fisica: 390 p. : ill. ; 22 cm
Note Generali: Trad. di Gianna Lonza
Titolo uniforme: fire in the flint.
Numeri: ISBN – 9788838462856
Collegamenti utili per capire meglio il libro

Biografia di Candace Robb

Il sito dell’autrice

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...