134 lettura finita (4 – II anno) – La furia di Maigret di George Simenon


La furia di Maigret di Simenon

Inizio lettura 20 settembre 2007 – Termine lettura 21 settembre 2007

Brillante questo Maigret. Un’arzilla ottantenne lo richiama in attività dalla sua casa in campagna dove il commissario patisce la sua pensione. La nipote diciasettenne è stata trovata morta suicida nella Senna. Ma si nasconde forse un omicidio? Maigret indaga. Giallo ricco di colpi di scena fino all’ultima pagina.

Voto : 8,5/10

Incipit
La signora Maigret, che sbucciava piselli in una zona di ombra calda – il blu del grembiule e il verde delle bucce creavano forti macchie di colore -, la signora Maigret – le cui mani non erano mai oziose, fossero anche le due del pomeriggio nella più calda giornata di un agosto insopportabile -, la signora Maigret, che sorvegliava il marito come un bambino, si inquietò: “Scommetto che ti alzi già!”.

Trama Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell’opera.
È la seconda estate che Maigret passa nella sua casa di Meung-sur-Loire. È in pensione. Ronzio di mosche nella canicola. Una sedia a sdraio all’ombra, la signora Maigret che sgrana i piselli. La felicità, no? Forse. Diciamolo: Maigret si annoia. Perché mai, altrimenti, accetterebbe con tanta prontezza di indagare per conto di una imperiosa e anziana signora che gli piomba improvvisamente in casa? D’accordo, è difficile rifiutare qualcosa a Bernadette Amorelle. È abituata a comandare, gli Amorelle sono ricchi e potenti. Sua nipote è misteriosamente annegata, e lei, che odia il genero e disprezza la figlia, vuole vederci chiaro. Ma la vera ragione è un’altra. Maigret è ansioso di mettersi alla prova. Corre seri rischi, questa volta. Perché è solo. Perché l’ambiente in cui si trova d’improvviso catapultato non è il suo: ville imponenti sulla Senna, giardinieri, campi da tennis, barche, auto tirate a lucido. E gente altezzosa, gelidamente condiscendente. Come il genero di Bernadette, che è anche un vecchio compagno di scuola di Maigret. O esangue e assente come sua moglie. Gente marcia, minacciosa, infettata dall’avidità. Ma proprio per questo capace di scatenare la furia di Maigret, i suoi fantasmi di figlio dell’intendente dei Saint-Fiacre, il suo desiderio di portare alla luce quel che si cela dietro la facciata – il cuore sordido e deprimente della natura umana.
Scritto a Parigi, in rue de Turenne, nel giugno del 1945, Maigret se fâche fu pubblicato due anni più tardi.

Scheda del libro

Autore: Simenon, Georges
Titolo: La furia di Maigret / Georges Simenon ; traduzione di Margherita Belardetti
Edizione: 3. ed
Pubblicazione: Milano : Adelphi, 2003
Descrizione fisica: 145 p. ; 20 cm
Collezione : Gli Adelphi ; 212
Note Generali: In cop.: Le inchieste di Maigret
Titolo uniforme: Maigret se fache. –
Numeri: ISBN – 88-459-1711-8

Collegamenti utili

George Simenon – Biografia

Il commissario Maigret – Analisi del personaggio

Il mio “Progetto Maigret”

Discutiamone insieme sul forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...