L lettura finita


corso_delle_cose.jpg

Inizio lettura 19.02.2007 – Fine lettura 19.02.2007

Tutta colpa di una cartolina. Il primo romanzo di Camilleri. Nella post-fazione intitolata “Mani avanti” lo scrittore siciliano ripercorre il suo difficile esordio come narratore… e penso che coloro che lo rifiutarono ancora oggi le mani se le mangino dalla rabbia. Un Montalbano, il maresciallo Corbo, prima di Montalbano, con la sua squadra di fidati collaboratori, con il suo carattere già ben delineato, con la Sicilia ricca di personaggi e storie.

Voto: 9,5/10

Lontano a ponente, verso il mare distante qualche chilometro, la sagoma frastagliata di Capo Rossello spiccava controluce, scura, sullo specchio calmo, arrossato, mentre da levante carriche nuvole d’acqua arrancavano verso il paese appena visibile ai piedi della collina sulla quale loro si trovavano. Pag. 9.

Si raggiunse però un accordo: il santo, prima di essere fatto volare dai gradini, veniva dai preti declassato a comune mortale, gli levavano la spera dalla testa e non lo accompagnavano per il paese. La vera processione, quella riconosciuta dal vescovo, avveniva la sera, quando, di ritorno dai suoi ultimi giretti sul molo, al santo veniva di nuovo messa in testa la spera: ma la voce popolare diceva che di quella processione serale, tanto composta, con dietro solo qualche vecchio e le signore civili, San Calogero si stufava fino alle lagrime. Pag. 102

Autore: Camilleri, Andrea
Titolo: Il corso delle cose / Andrea Camilleri
Pubblicazione: 8. ed. Palermo : Sellerio, 2001
Descrizione fisica: 145 p. ; 17 cm.
Collezione : La memoria ; 423
Numeri: ISBN – 88-389-1472-9

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...