XLVII lettura finita


paese_delle_nevi.jpg

Inizio lettura 14.02.2007 – Fine lettura 14.02.2007

Il nostro orizzonte culturale è davvero lontano da quello descritto dal romanzo di Kawabata. I rituali delle geishe, i comportamenti tra i personaggi della storia, alcune allegorie per noi occidentali non sono comprenibili. Del resto, leggevo, che vi fu stupore in Giappone per il nobel assegnato a questo scrittore: loro stessi si domandavano se davvero riuscissimo a comprendere gli scritti di questo autore nipponico. E’ una lettura da affrontare con una certa preparazione culturale al paese nipponico; senza si perde il senso di molte cose. Io rientro nella categoria dei lettori senza preparazione e così mi sono fermato ad apprezzare lo stile letterario che rende la lettura piacevole, e la descrizione della natura, con il susseguirsi delle stagioni, incantevole. Mi rimane il rammarico di non aver apprezzato il senso più profondo di questo romanzo. Non do voto: non si può giudicare senza conoscere.

Il paesaggio era scuro, severo. Il crepitio della neve che gelava sulla terra pareva rimbombare nelle sue profondità. Non c’era luna. Le stelle, troppe per sembrare vere, si affacciavano in cielo con scintillio così vivo che parevano pricipitare nel vuoto. E più le stelle si avvicinavano, più il cielo pareva sprofondare nel colore della notte. Le vette della catena montuosa, confondendosi l’una con l’altra, si levavano massicce sull’orlo del cielo stellato in un’oscurità così greve e fosca che pareva partecipare del loro peso. L’insieme della scena notturna si fondeva in una, serena armonia. Parte prima.

Il colore della sera era già caduto sulla vallata montana, ormai sepolta tra le ombre. Stagliati contro il crepuscolo i monti lontani, che ancora riflettevano la luce del sole morente, parevano ravvicinati. E in breve, mentre i burroni si allontanavano e avvicinavano, s’innalzavano e si abbassavano, le ombre incominciarono a incupirsi tra essi, e il cielo si fece rosso sui monti nevosi, bagnati ormai appena da una debole luce. I boschi di cedro spiccavano foschi lungo la riva del fiume, nel campo da sci, attorno al santuario. Parte Prima.

Autore: Kawabata, Yasunari
Titolo: Il paese delle nevi / Yasunari Kawabata
Pubblicazione: Torino : Einaudi, \2002!
Descrizione fisica: 149 p. ; 20 cm
Collezione : Einaudi tascabili ; 935
Note Generali: Trad. dall’inglese di Luca Lamberti
Titolo uniforme: Yukiguni. –
Numeri: ISBN – 88-06-14633-5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...