XVIII lettura finita


oro_del_re_perez_reverte.jpgInizio lettura 27.11.2006 – Fine lettura 29.11.2006

Lettura molto piacevole e scorrevole. Sembra di rileggere i tre moschietteri di Dumas. Penso leggerò anche i tre volumi che hanno preceduto questa avventura del capitano Alatriste. Non è un libro imperdibile ma poco ci manca.

Voto:

… Se si considera che nella prima famiglia umana il padre era ladro, la madre bugiarda e il figlio assassino – cosa succede oggi che non sia già successo prima? -… capitolo V.

La Gamarra si trovava davanti a un convento in cui le monache, correva voce, erano state internate contro la loro volontà. La loro messa domenicale era più affollata della prima di una commedia: brulicava di persone, con velo e bianche mani da un lato della grata e corteggiatori sospiranti dall’altro. E al riguardo si diceva che cavalieri della migliore società – compresi forestieri illustri – spingevano la loro devozione al punto di frequentare il convento anche nel cuore della notte. Capitolo III.

Dormii avvolto nella mia frusta coperta, e gli scarafaggi che mi camminarono addosso non furono certo una novità rispetto a quello cui mi aveva abituato il lungo viaggio sul Nazareno, dato che a brodo di ogni barca o qualsivoglia oggetto galleggiante c’è sempre un tale indomito esercito di topi, piattole, pulci e altre bestiacce e parassiti che potrebbe sbafarsi un mozzo senza ripsettare nè venerdì nè quaresima. Capitolo I.

Autore: Perez-Reverte, Arturo
Titolo: L’ oro del re / Arturo Perez-Reverte ; traduzione di Roberta Bovaia
Pubblicazione:[Milano] : Tropea, [2006]
Descrizione fisica:236 p. ; 22 cm.
Collezione: I marlin
Numeri: ISBN – 88-438-0562-2

Annunci