Il ritorno di un capolavoro: ARABELLA di Emilio De Marchi


Arabella_copertina_2014_def_600
Sono molto felice di segnalarvi questa nuova edizione di Arabella di Emilio De Marchi (é il seguito del Demetrio Pianelli) curata dalla Gemini Grafica Editrice.  Di questo romanzo, scrivevo qualche tempo fa qui sul blog: http://letture.wordpress.com/2013/09/07/541-lettura-arabella-di-emilio-de-marchi/

Ai colleghi bibliotecari, suggerisco di non lasciarsi sfuggire questa bella pubblicazione, dal costo oltretutto molto contenuto.

Protagonisti della vicenda sono il ricco borghese e affarista Tognino Maccagno, suo figlio Lorenzo, dissipatore delle sostanze del padre, e la moglie di quest’ultimo, Arabella, di estrazione più umile e pronta a sacrificare se stessa per mero senso del dovere.
Per salvare la sua famiglia, rovinata economicamente da un’infame truffa del Maccagno, la ragazza accetta di sposarne il giovane e scioperato figlio. La storia prende spesso pieghe melodrammatiche, in armonia col gusto proprio del feuilleton. Il romanzo di scuola verista e naturalista presenta notevoli pagine di ricostruzione dell’ambiente milanese piccolo-borghese.

Emilio De Marchi (1851-1901), laureatosi in lettere nel 1874, si dedicò all’insegnamento presso l’Accademia Scientifica e Letteraria di Milano.  Accanto alla docenza, De Marchi si impegnò in numerose iniziative benefiche, volte alla diffusione dell’educazione presso i ceti popolari. Si misurò con la Scapigliatura milanese, che dominava l’ambiente letterario meneghino nella seconda metà dell’Ottocento, distaccandosene però quasi subito per trovare una via personale alla scrittura, di impostazione chiaramente naturalista. Il suo romanzo più conosciuto è Demetrio Pianelli, pubblicato nel 1890; di tre anni più tardi è Arabella; nel poemetto in prosa ritmata Milanin Milanon rievoca in dialetto una Milano perduta. Dal suo romanzo Redivivo (edito postumo nel 1909), Pirandello trasse la vicenda narrata in Il fu Mattia Pascal. Fu autore anche di testi teatrali e di opere di critica letteraria.

In copertina: Adolfo Tommasi; contadina, secolo XIX
collezione privata.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: Arabella
  • Autore: Emilio De Marchi
  • Editore: Gemini Grafica Editrice
  • Collana: Ad Aemilum nonum
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2014
  • ISBN-13: 978-88-97742-19-7
  • € 10,00
About these ads

One thought on “Il ritorno di un capolavoro: ARABELLA di Emilio De Marchi

  1. Pingback: Il ritorno di un capolavoro: ARABELLA di Emilio De Marchi | gemini grafica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...